Partite di Serie B truccate dalla camorra

L'indagine dei carabinieri ha svelato un giro di scommesse su due gare di serie B della stagione 2013-2014. Indagato anche un calciatore della Nazionale.

Armando IzzoI carabinieri di Napoli hanno arrestato 10 persone del gruppo di camorra “Vanella Grassi” di Secondigliano. Indagati i calciatori Armando Izzo, difensore del Genoa, Francesco Millesi dell’Acireale e l’ex giocatore, Luca Pini.

L’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli sull’attività del clan su scommesse e partite di serie B riferite alla stagione 2013-2014 ha evidenziato un’intercettazione telefonica nella quale si dice: “Dobbiamo mangiare tre polpette, abbiamo la pancia piena”. Si è anche scoperto che attraverso il contatto di un calciatore, il capo clan e i sodali hanno corrotto altri calciatori offrendo ingenti somme di denaro. Le partite sotto inchiesta sono due: Modena-Avellino del 17 marzo 2014 e Avellino-Reggina del 25 maggio dello stesso anno. Nella stagione 2013/2014, Millesi, Izzo e Pini giocavano nella squadra campana. Secondo la Dda di Napoli, hanno ricevuto ingenti somme di denaro dal clan Vannella Grassi per truccare le due partite citate. Per questo motivo, i tre sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa