Partite di Serie B truccate dalla camorra

L'indagine dei carabinieri ha svelato un giro di scommesse su due gare di serie B della stagione 2013-2014. Indagato anche un calciatore della Nazionale.

Armando IzzoI carabinieri di Napoli hanno arrestato 10 persone del gruppo di camorra “Vanella Grassi” di Secondigliano. Indagati i calciatori Armando Izzo, difensore del Genoa, Francesco Millesi dell’Acireale e l’ex giocatore, Luca Pini.

L’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli sull’attività del clan su scommesse e partite di serie B riferite alla stagione 2013-2014 ha evidenziato un’intercettazione telefonica nella quale si dice: “Dobbiamo mangiare tre polpette, abbiamo la pancia piena”. Si è anche scoperto che attraverso il contatto di un calciatore, il capo clan e i sodali hanno corrotto altri calciatori offrendo ingenti somme di denaro. Le partite sotto inchiesta sono due: Modena-Avellino del 17 marzo 2014 e Avellino-Reggina del 25 maggio dello stesso anno. Nella stagione 2013/2014, Millesi, Izzo e Pini giocavano nella squadra campana. Secondo la Dda di Napoli, hanno ricevuto ingenti somme di denaro dal clan Vannella Grassi per truccare le due partite citate. Per questo motivo, i tre sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

La caduta del muro di Berlino

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli