Il crollo peggiore della storia di Piazza Affari

Profondo rosso nel giorno della Brexit. Piazza Affari chiude con l'indice Ftse Mib in caduta del 12,48%. E' record negativo. Spread in risalita.

Crollo in BorsaL’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea ha colpito i mercati finanziari. L’indice Ftse Mib della Borsa di Milano ha perso il 12,48%. E’ il crollo peggiore della storia di Piazza Affari. Mandati in fumo quasi 61 miliardi di euro.

Il precedente record negativo, -8,24%, risale al 6 ottobre 2008, in piena crisi finanziaria dopo il crac di Lehman Brothers. Il differenziale Btp-Bund è salito a 161 punti. Lo spread aveva aperto a 130,2 punti. Il rendimento del decennale italiano è all’1,55%. La risalita dello spread italiano è dovuto al calo dei Bund tedeschi, tornati nuovamente in negativo. Profondo rosso anche per le altre Borse europee: tonfo per Madrid -12,35% e Atene -13,4%, Parigi -8,04%, Francoforte -6,82%. Decisamente più contenuta la perdita a Londra -3,15%, nell’epicentro del terremoto Brexit. La sterlina perde oltre il 10% sul dollaro, ai minimi da 31 anni. Il prezzo del petrolio affonda a 47,54 dollari, in calo del -5.13%.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia