Boeri: 20% detrazioni figli va ai ricchi

Le detrazioni IRPEF per i figli a carico risultano destinate in misura maggiore ai contribuenti non poveri.

Tito BoeriLe detrazioni IRPEF per figli a carico spettano oggi anche alle famiglie più ricche, mentre restano scoperti i nuclei con redditi molto bassi. E’ quanto emerge dalla relazione Inps in un’audizione sul disegno di legge per il riordino delle misure fiscali per le famiglie, in Commissione finanze al Senato.

Tito Boeri, presidente Inps, ha dichiarato: “Quasi il 20% dell’ammontare delle detrazioni spetta alle famiglie più benestanti, mentre non ci sono detrazioni in caso di incapienza”. La decrescenza delle detrazioni è legata al reddito complessivo di ciascun percettore e non al reddito familiare o equivalente del nucleo. Boeri ha aggiunto: “Questo permette che il nucleo usufruisca di detrazioni anche in caso di redditi familiari elevati, per esempio se uno dei due coniugi è a reddito basso o medio. L’accesso al beneficio dipende quindi da come è distribuito il reddito tra coniugi. Al contrario non si usufruisce della detrazioni in caso di incapienza, ovvero quando l’ammontare di imposta lorda dovuta risulta più bassa della detrazione che spetta”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia