Solar Impulse 2 conclude giro del mondo

L'aereo svizzero Solar Impulse ha realizzato il primo giro del mondo senza una sola goccia di carburante utilizzando esclusivamente energia solare.

Solar Impulse 2 conclude giro del mondoAlla 4:05 di oggi(26 luglio) l’aereo Solar Impulse 2 è atterrato all’aeroporto di Abu Dhabi. Dove è la notizia? E’ il primo aereo ad effettuare il giro del mondo senza aver utilizzato una goccia di carburante. Solar Impulse 2, infatti, è un quadrimotore ultraleggero costruito in Svizzera che viene alimentato unicamente a energia solare.

L’aereo è partito da Abu Dhabi il 9 marzo 2015, dopo più di 43 mila km percorsi in oltre un anno e 4 mesi e 17 tappe in quattro continenti è ritornato al punto di partenza. Il Solar Impulse 2 è stato pilotato in alternanza dai due promotori del progetto, gli svizzeri Bertrand Piccard e André Borschberg. Per l’ultimo tratto del lungo viaggio l’aereo solare è stato pilotato da Piccard: 2.763 chilometri dal Cairo alla capitale degli Emirati Arabi. Ad attenderlo sulla pista dell’Al-Batten un comitato d’accoglienza di tutto rispetto, di cui faceva parte anche il principe Alberto di Monaco, e il connazionale Borschberg. “L’impresa senza precedenti di un aereo alimentato solo dal sole e in grado di volare molti giorni e notti di fila senza carburante ha dimostrato che le tecnologie pulite possono raggiungere l’impossibile”, afferma una nota di Solar Impulse.

L’aereo solare ha un’apertura alare pari a 72 metri, ovvero superiore di 3,5 metri a quella di un Boeing 747, tra i più grandi aerei civili passeggeri in circolazione. Solar Impulse 2 ha tenuto una velocità compresa tra i 45 e gli 80 chilometri orari grazie alle batterie che immagazzinano l’energia solare catturata da circa 17 mila celle solari applicate sulle ali. E ha volato a un’altitudine massima di 9.000 metri. Ha fatto tappa a Mascate(Oman), Ahmedabad e Varanasi(India), Mandalay(Birmania), Chongqing e Nanjing(Cina) e Nagoya(Giappone), poi la traversata del Pacifico fino alle Hawaii(USA), quindi San Francisco, Phoenix, Tulsa, Dayton, Lehigh Valley e New York. Infine l’Atlantico, per arrivare a Siviglia e successivamente fare sosta al Cairo, da dove è ripartito per Abu Dhabi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

Scampia tagliata fuori dal trasporto pubblico

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Il business degli affidi

Sbarchi migranti in calo del 83,30%