Stati Uniti chiedono 14 miliardi a Deutsche Bank

Al centro della disputa i mutui subprime che nel 2008 penalizzarono la finanza e lʼeconomia del mondo occidentale.

Stati Uniti chiedono 14 miliardi a Deutsche BankGli Stati Uniti chiedono a Deutsche Bank un risarcimento record di 14 miliardi di dollari nell’ambito di una disputa legale legata alla crisi dei subprime, che fu elemento scatenante della crisi economica nel 2008. Il titolo della banca tedesca ha perso oltre l’8% in apertura a Francoforte, dopo che è stata diffusa la notizia.

Secondo fonti a conoscenza del dossier, Deutsche Bank non intende cedere alla richiesta e si prospetta quindi l’avvio di un negoziato tra le autorità americane e la banca tedesca. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti a invitato la banca a formulare una controfferta. Per una questione analoga la Goldman Sachs ha chiuso un accordo ad aprile per un ammontare di 5,06 miliardi di dollari. Non è un anno positivo per la banca tedesca. Lo scorso marzo, Deutsche Bank è finita sotto indagine per manipolazione di mercato. Nel mirino la vendita per circa 7 miliardi di titoli di Stato italiani avvenuta nel primo semestre del 2011. Questi scandali finanziari stanno facendo crollare il titolo della banca tedesca. La colossale esposizione a derivati di Deutsche Bank rischia di generare una nuova crisi economica.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia