Donald Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti

Contro le previsioni della vigilia, Donald Trump ha trionfato alle elezioni presidenziali americane e da gennaio sarà il 45esimo presidente degli Stati Uniti.

Donald TrumpDopo la vittoria in Pennsylvania e in Alaska, il candidato repubblicano Donald Trump ha superato la soglia dei 270 grandi elettori necessari per conquistare la Casa Bianca, ed è il 45esimo presidente degli Stati Uniti. Esito a sorpresa, che vede sconfitta la democratica Hillary Clinton, fino all’ultimo favorita nei sondaggi.

Gli stati che sono risultati decisivi in questa battaglia sono quelli del Nord-Est, peraltro tradizionalmente democratici: il Michigan, il Wisconsin, l’Iowa, l’Ohio, la Pennsylvania, oltre alla Florida. La Clinton ha riconosciuto la vittoria di Trump per telefono. Il neo presidente ha detto: “Noi ricostruiremo le nostre infrastrutture, infine ci occuperemo dei reduci di guerra. Ne ho conosciuti tantissimi in questi 18 mesi. Noi sfrutteremo il loro talento. Abbiamo un piano economico efficace, raddoppieremo la crescita. Avremo relazioni con tutti i Paesi che vorranno andare d’accordo con noi. Noi dobbiamo sognare in grande, essere ambiziosi. Noi cercheremo un terreno comune, non le ostilità”. Con Trump alla Casa Bianca il Gop avrà tutto il potere garantendo vita facile al nuovo presidente. La battaglia per il controllo del Congresso ha infatti visto il partito repubblicano mantenere la maggioranza sia alla Camera che al Senato.

Donald Trump è nato a Queens(New York) nel 1946 da una famiglia di costruttori. Ha frequentato l’Accademia militare di New York. Si è laureato in Economia alla prestigiosa Wharton School. Subito dopo è entrato nella compagnia di famiglia, cominciando come muratore per poi salire fino ai gradini più alti. Grandi le sue ambizioni: dal lavoro, dove ha legato il suo nome ad alcuni degli edifici più fastosi di New York, alla vita privata, con la serie delle tre bellissime mogli Ivana Zelnickova, Marla Maples e ora Melania Knauss. Trump parla al cuore degli americani quando lancia l’idea di costruire il muro lungo il confine col Messico, quando promette “armi per tutti”, lotta alla droga, all’aborto. Ha militato nel Partito repubblicano, riformista, democratico, indipendente, e di nuovo repubblicano, stavolta per entrare alla Casa Bianca.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia