Ingv: Terremoto ha abbassato suolo di 70 centimetri

La forte scossa di terremoto ha avuto grandi ripercussioni sul livello del suolo che, in alcuni punti vicini all'epicentro, è sceso di 70 centimetri.

Monte VettoreIl suolo nelle zone colpite dal terremoto di magnitudo 6.5, avvenuto il 30 ottobre vicino a Norcia, si è abbassato fino a 70 centimetri. Lo indicano le prime immagini inviate dai satelliti. Una deformazione che si estende per un’area di circa 130 chilometri quadrati.

Simone Atzori, sismologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia(Ingv), ha dichiarato: “Sono dati preliminari. L’elaborazione delle immagini è in corso ma possiamo già dire che in alcune zone, come Castelluccio, l’abbassamento arriva fino a 70 centimetri”. In un primo momento risultava un abbassamento complessivo del suolo di 25 centimetri. Il versante ovest del Monte Vettore è scivolato verso il basso di diverse decine di centimetri. Paolo Marco De Martini, coordinatore del gruppo di emergenza geologica Emergeo dell’Ingv, ha detto: “Sul Monte Vettore si è formato uno scalino lungo almeno 10 chilometri. In alcuni punti è alto 20 centimetri, in altri 50 centimetri. Mai, dal sisma dell’Irpinia, avevamo visto una deformazione così in superficie”. Sono 1.100 gli eventi sismici localizzati dopo la scossa di magnitudo 6.5. Alle 11 di oggi(1 novembre), sono oltre 240 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4, 19 quelli tra 4 e 5 localizzati dall’Ingv. Il terremoto più forte dopo quello del 30 ottobre si è verificato stamane, magnitudo 4.8 in provincia di Macerata.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Migrazione vietata su rete Open Fiber

Bankitalia: Debito pubblico a 2.358,8 miliardi

A Piazza San Domenico Maggiore regna l’inciviltà

Il 26 maggio 2019 si vota per le Europee

Terremoto a Barletta di magnitudo 3.9

Corte Europea all’Italia: Date un alloggio temporaneo ai Rom