ABI: Aumentano mutui e sofferenze

Le banche italiane hanno chiuso il 2016 con 86,9 miliardi di euro di sofferenze nette, in crescita rispetto a novembre. Continua la ripresa del mercato dei mutui.

Aumentano mutui e sofferenzeLe sofferenze nette delle banche italiane a fine 2016 sono pari a 86,9 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 85,2 miliardi di novembre. Tuttavia il dato è in calo dell’1,9% rispetto agli 88,5 miliardi di fine 2015 e del 2% nel confronto con il picco di 89 miliardi del novembre 2015. Emerge dal rapporto dell’Associazione Bancaria Italiana(ABI).

Crescono i prestiti delle banche alla clientela e si conferma la ripresa dei mutui(+1,9% a dicembre su base annua). Stabili al 2,85% i tassi sui prestiti a gennaio, fermi sui minimi storici. Per i mutui il tasso passa dal 2,02% al 2,10%. A fine gennaio 2017 l’ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,7 miliardi di euro è nettamente superiore, di quasi 140 miliardi, all’ammontare complessivo della raccolta da clientela, 1.665,9 miliardi di euro. Dalla fine del 2007, prima dell’inizio della crisi, ad oggi la raccolta da clientela è cresciuta da 1.513 a 1.665,9 miliardi di euro, segnando un aumento di oltre 153 miliardi. In Italia i depositi(in conto corrente, certificati di deposito, pronti contro termine) sono aumentati, a fine gennaio 2017, di circa 49 miliardi di euro rispetto a un anno prima.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

La caduta del muro di Berlino

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli