ABI: Aumentano mutui e sofferenze

Le banche italiane hanno chiuso il 2016 con 86,9 miliardi di euro di sofferenze nette, in crescita rispetto a novembre. Continua la ripresa del mercato dei mutui.

Aumentano mutui e sofferenzeLe sofferenze nette delle banche italiane a fine 2016 sono pari a 86,9 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 85,2 miliardi di novembre. Tuttavia il dato è in calo dell’1,9% rispetto agli 88,5 miliardi di fine 2015 e del 2% nel confronto con il picco di 89 miliardi del novembre 2015. Emerge dal rapporto dell’Associazione Bancaria Italiana(ABI).

Crescono i prestiti delle banche alla clientela e si conferma la ripresa dei mutui(+1,9% a dicembre su base annua). Stabili al 2,85% i tassi sui prestiti a gennaio, fermi sui minimi storici. Per i mutui il tasso passa dal 2,02% al 2,10%. A fine gennaio 2017 l’ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,7 miliardi di euro è nettamente superiore, di quasi 140 miliardi, all’ammontare complessivo della raccolta da clientela, 1.665,9 miliardi di euro. Dalla fine del 2007, prima dell’inizio della crisi, ad oggi la raccolta da clientela è cresciuta da 1.513 a 1.665,9 miliardi di euro, segnando un aumento di oltre 153 miliardi. In Italia i depositi(in conto corrente, certificati di deposito, pronti contro termine) sono aumentati, a fine gennaio 2017, di circa 49 miliardi di euro rispetto a un anno prima.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia

Salvini prosegue linea Renzi sui termovalorizzatori

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo