Protezione civile: 23,5 miliardi di danni da terremoti Centro Italia

Trasmessa a Bruxelles la nuova relazione della Protezione Civile sulle centinaia di scosse che dal 24 agosto 2016 hanno devastato l'Abruzzo, il Lazio, le Marche e l'Umbria.

23,5 miliardi di danni da terremoti Centro ItaliaIl terremoto che dal 24 agosto 2016 ha colpito il Centro Italia ha provocato danni per 23,5 miliardi di euro: cifra che include sia i danni strutturali veri e propri che i costi per l’emergenza. 12,9 miliardi si riferiscono ai danni relativi agli edifici privati e 1,1 miliardi di euro agli edifici pubblici.

La stima dei danni e i costi relativi alla sequenza sismica in Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo è stata trasmessa dal Dipartimento della Protezione Civile a Bruxelles per l’attivazione del Fondo di solidarietà dell’UE. Gli eventi successivi al 25 ottobre hanno evidenziato un notevole aggravamento della situazione emergenziale e per questo si è inviata un’integrazione dei costi a Bruxelles. L’Italia aveva presentato la richiesta di attivazione del Fondo il 16 novembre 2016, in ottemperanza al regolamento, fornendo una prima stima dei danni e dei costi calcolati fino al 25 ottobre 2016 pari a 7,56 miliardi di euro. Il Dipartimento della Protezione Civile si era riservato di produrre una integrazione alla documentazione per rappresentare il quadro completo riferito all’intera sequenza sismica. La cifra ufficiale dei danni dei terremoti nel Centro Italia è arrivata oggi(15 febbraio). I danni al patrimonio culturale ammontano a circa 3 miliardi di euro.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Ex scuola Salvo D’Acquisto è un rudere

Il caos dell’illuminazione votiva a Napoli

Bankitalia: Debito pubblico a 2.358 miliardi. E’ record

16,2 miliardi da lotta a evasione fiscale nel 2018

De Magistris vuole accogliere migranti della nave Mare Jonio

Pianeta in sciopero per salvare clima