Lo scandalo delle tessere PD comprate a Napoli

Offerte gratuitamente tessere in un circolo nell'ultimo giorno utile per l'iscrizione, decine di cittadini in coda. Il Partito Democratico di nuovo nella bufera a Napoli. Guarda il video.

Tessere PDIl Partito Democratico è di nuovo nella bufera a Napoli. Dopo lo scandalo delle primarie di un anno fa, il partito di Matteo Renzi è finito di nuovo nel mirino dei media per una “strana” vicenda verificatosi nel capoluogo campano. Ma andiamo con ordine.

Ieri(28 febbraio) si è chiuso il tesseramento del PD in vista del congresso nazionale. A Miano, quartiere popolare dell’area nord, più di un centinaio di persone hanno fatto da spola fuori alla sede di un’associazione per “offrire” una tessera PD al malcapitato di turno. “Dovete portare tessera e codice fiscale, i 10 euro ve li danno stesso loro”. Questo è quello che si nota nel video pubblicato da “La Repubblica”. I dieci euro sono la quota che il partito chiede per rinnovare l’iscrizione. “La Repubblica” scrive: “Dietro alla scrivania, in una stanza piena di persone, fa capolino Michel Di Prisco, ex vicepresidente della Municipalità. Un capobastone noto tra le file del PD, al centro delle primarie dello scandalo del 2011”. La cosa che dovrebbe far riflettere è: se sono disposti a pagare migliaia di euro per regalare tessere, questi personaggi in che modo Emanuele Fianorecupereranno la somma investita?

“Il nostro congresso deve essere una grande festa democratica e non possiamo consentire che venga rovinato da comportamenti discutibili. Ovunque verranno segnalate anomalie provvederò a inviare commissari”. Questo è quello che ha scritto il presidente del PD Matteo Orfini su Facebook. A Napoli sarà inviato come “osservatore” il deputato Emanuele Fiano(foto), responsabile nazionale PD con delega alle Riforme. Avrà il compito di verificare gli episodi denunciati e la situazione complessiva del tesseramento. Tutte cose che non servono a nulla. Il Partito Democratico non è più il partito a cui molti hanno dato fiducia nel 2007. A Napoli ormai il PD è impresentabile e dovrebbe essere bannato dalle liste. Più che un partito di democratici sembra un partito di pedroni che ruba la dignità ai poveracci.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia