Boom di migranti in Italia nel primo quadrimestre 2017

È boom di sbarchi di migranti in Italia nel primo quadrimestre 2017. La maggior dei migranti proviene da Paesi non in guerra.

Boom di migranti in Italia nel primo quadrimestre 2017I migranti continuano a sbarcare sulle coste italiane nonostante l’accordo firmato il mese scorso dai premier di Libia e Italia. Dal primo gennaio 2017 al 28 aprile 2017 sono stati 36.884 i migranti giunti sulle coste italiane, +35,13% rispetto al 2016. Nello stesso periodo dello scorso anno, infatti, sbarcarono 27.295 persone. I dati sono forniti dal ministero dell’Interno. Con questo andazzo si rischia di battere il record di 181.436 migranti del 2016.

Tra i porti maggiormente impegnati, al primo posto quello di Augusta con 9.294 arrivi, seguito da Catania(5.518), Pozzallo(3.512) e Trapani(2.875). Analizzando i dati per singolo mese, si scopre che il boom c’è stato a febbraio con ben 8.969 migranti contro i 3.828 del 2016. Nel secondo bimestre 2017 sono arrivati rispettivamente 4.617 migranti in più rispetto allo stesso periodo del 2016. A gennaio 2017 sono sbarcati in Italia 4.470 persone contro i 5.273 del 2016. Tra i migranti arrivati in Italia ci sono anche 5.551 minori non accompagnati(dato aggiornato al 26 aprile). Il dato interessante è la nazionalità dei migranti sbarcati in Italia nel 2017. Il motivo? La maggior parte provengono dalla Nigeria(5.250), Bangladesh(4.575) e Guinea(4.183). Seguono Costa d’Avorio(3.920), Gambia(2.848), Senegal(2.555), Marocco(2.415), Mali(1.878), Eritrea(1.043) e Somalia(1.021). Altri migranti(dato che comprende coloro per i quali sono ancora in corso attività di identificazione) sono circa 7.196. A parte Nigeria, Mali e Somalia, sono tutti Paesi in cui non è in corso una guerra. Quest’ultimo dato fa capire che la maggior parte dei migranti che arrivano in Italia sono irregolari e non hanno diritto all’asilo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia