In Francia trionfa l’astensionismo

Emmanuel Macron è l’ottavo presidente della V Repubblica di Francia. Al ballottaggio ha battuto Marine Le Pen, ma il vero vincitore è l'astensionismo.

Emmanuel Macron con la moglieEmmanuel Macron ha vinto le elezioni presidenziali francesi e sarà l’inquilino dell’Eliseo per i prossimi 5 anni. Secondo le cifre diffuse dal ministero dell’Interno francese, al candidato centrista va il 66,06% dei voti, contro il 33,94% di Marine Le Pen. Confermati dunque i dati degli exit poll diffusi prima della chiusura delle urne.

Macron è l’ottavo presidente della V Repubblica di Francia. Il nuovo presidente, il più giovane della Quinta Repubblica, ha ottenuto 20.703.631 voti, mentre la leader del Front National 10.637.183. A Parigi Macron ha ottenuto l’89,68% dei voti, Le Pen il 10,32% delle preferenze. La candidata del FN conquista solo 2 dipartimenti: Aisne(col 52,91%) e Pas-de-Calais(52,05% dei voti). A Hénin-Beaumont, suo “feudo”, Le Pen ha preso il 61,56% delle preferenze. Macron ha dichiarato: “Conosco le fratture sociali e l’indebolimento morale della Francia. Le divisioni hanno condotto alcuni di noi a un voto estremo. Sta a me ascoltarli, proteggendo i più deboli e assicurando la vostra sicurezza garantendo l’unità della Nazione. Mi rivolgo a tutto il popolo francese: difenderò la Francia e anche l’Europa. E’ in gioco la nostra civiltà”.

Chi è Emmanuel Macron?

Nato ad Amiens, piccola città di provincia del Nord, in una famiglia della media borghesia, ha fondato all’inizio del 2016 il suo movimento, battezzandolo En Marche!, o EM come le sue iniziali. Il suo leit-motiv è riconciliare libertà e protezione, ovvero un liberalismo economico mitigato da una accentuata attenzione per il sociale, dalla classe media a quelle più vulnerabili, per offrire una chance a tutti i francesi. Il candidato centrista può essere considerato il Matteo Renzi francese. Il motivo? Propone fuffa come l’ex premier italiano. Ex funzionario della banca Rothschild, ex consigliere di Hollande ed ex ministro dell’Economia, con il secondo governo Valls, carica che ha lasciato nell’agosto del 2016 per candidarsi all’Eliseo. Laureato in filosofia, Macron, 39 anni, si è formato all’Università di Parigi-Nanterre, all’istituto di studi politici e alla Scuola della Pubblica Amministrazione(Ena). E’ sposato con Brigitte Trogneux, 64 anni.

In Francia ha vinto l’astensionismo

Affluenza in calo nel ballottaggio delle presidenziali francesi: hanno votato il 75,4% degli aventi diritto. E’ la percentuale più bassa per un ballottaggio dal 1969. Ed è anche la prima volta da quell’anno che la partecipazione degli elettori è inferiore rispetto al primo turno. Ma non finisce qui. Circa il 12% dei francesi ha infilato una scheda bianca o nulla nell’urna. Lo stima Ipsos-Sopra Steria per Le Monde. Si tratta di una percentuale che corrisponde all’8,8% degli aventi diritto al voto. Un fenomeno record che si somma a quello dell’astensione, che ha riguardato il 24,6% del corpo elettorale. L’Express ha scritto che l’astensionismo ha raggiunto record storico dal 1969. Record storico assoluto schede bianche.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Donna intubata sommersa dalle formiche

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo