A Napoli il parco auto più inquinante

In Italia circolano ancora 4,5 milioni di auto Euro 0. A Napoli il primato in termini percentuali. E' quanto emerge da un’analisi di Facile.it.

Auto Euro 0La Giornata mondiale dell’ambiente è una festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e viene celebrata ogni anno il 5 giugno. Peccato che il rispetto dell’ambiente è un optional in Italia. Secondo un’analisi di Facile.it, nonostante non siano più prodotte dal 1992, le automobili Euro 0 che ancora viaggiano sulle strade italiane sono circa 4,5 milioni, ovvero circa l’11,65% del parco auto italiano.

Il maggior numero di veicoli Euro 0 è la Lombardia dove quelli immatricolati sono ben 591 mila. Al secondo posto c’è la Campania con 556 mila automobili iscritte in questa categoria. Sul gradino più basso del podio finisce la Sicilia con 482 mila auto Euro 0. Se invece si considerano i dati su base percentuale è la Calabria a conquistare il non invidiabile primato di auto inquinanti con il 16,27% di veicoli Euro 0 circolanti. Seconda, sempre in termini di percentuale sul parco auto totale è la Campania(16,26%), curiosamente terzo il Trentino Alto Adige(15,83%). E a livello provinciale? Roma è l’area in cui circolano il maggior numero di veicoli inquinanti(345.000), seguita da Napoli(313.000) e Milano(197.000). In termini percentuali, la provincia col parco auto più inquinante è invece Napoli che con il 17,99% precede Vibo Valentia(17,90%) e Reggio Calabria(17,88%). Il minor numero di veicoli Euro 0 circola in Piemonte(8,8%), mentre su base provinciale la palma del migliore va a Belluno(8%). Oltre ad essere dannose per l’ambiente, le auto Euro 0 sono dannose anche per le nostre finanze personali. Il motivo? I consumi e i costi assicurativi sono notevolmente maggiori rispetto ad un auto Euro 4.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Sgomberato ex penicillina

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Carta di identità elettronica alle Poste