Napoli: Uno svedese con un coltello genera il panico in metropolitana

Un uomo di carnagione mulatta e nazionalità svedese ha seminato il panico nella metropolitana di Napoli. Chi garantisce la sicurezza?

Linea 1 di NapoliGiornata infernale a Napoli. La Linea 1 della metropolitana è stata ferma un paio d’ore sul tratto Piscinola-Colli Aminei per un problema tecnico al Frullone. Alla ripresa delle corse si è presentato un’altra anomalia, questa volta più grave. Un uomo armato di coltello è salito indisturbato su un convoglio generando il panico tra i passeggeri.

E’ successo alle 14:30 del pomeriggio, protagonista un clochard svedese ubriaco che portava con sé il coltello seghettato con lama da 20 centimetri. Quando l’arma gli è caduta, sul treno è esploso il panico. Psicosi terrorismo, fuggi fuggi generale. Ressa, caos, alcune persone cadono e restano contuse, una donna si ferisce a un ginocchio. L’uomo è stato disarmato dalla vigilanza ed è stato arrestato dopo una colluttazione con gli agenti. L’uomo è stato denunciato per porto abusivo di arma e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di un 31enne di nazionalità svedese, già noto alle forze dell’ordine. E’ in Italia da circa 20 mesi e già in precedenza ha attirato l’attenzione delle forze dell’ordine in altre città italiane per comportamenti legati all’abuso di alcol. “Napoli città rifugio”. Questo è quello che dice il sindaco Luigi De Magistris. Ha ragione. Napoli è diventata una città rifugio, soprattutto per i criminali. Una domanda sorge spontanea: come ha fatto un uomo armato a salire indisturbato su un convoglio della Linea 1? E pensare che noi dovremmo sconfiggere il terrorismo. Ma fatemi il piacere.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

Carta di identità elettronica alle Poste

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Istat: A rischio povertà una persona su 4