BCE lascia in negativo il tasso sui depositi

La Banca Centrale Europea conferma tassi e ritmo del Quantitative easing. La politica economica della BCE non cambierà finchè aumenteranno i salari.

Mario Draghi e Angela MerkelLa Banca Centrale Europea ha lasciato invariati i suoi tassi principali. Il refi, il tasso di rifinanziamento pronti contro termine, resta a quota zero, mentre il tasso sui depositi, cioè quello che le banche pagano per depositare i loro fondi a Francoforte, rimane negativo a -0,40%. Invariato anche il tasso marginale a +0,25%.

Le politiche economiche della BCE si ripercuotono anche sui cittadini. Lo scorso maggio, il gruppo Intesa Sanpaolo ha comunicato ai propri correntisti l’aumento del canone mensile a causa del tasso negativo sui depositi. Mario Draghi ha dichiarato: “I tassi resteranno a livelli pari a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo”. Nessuna variazione neppure sul versante Quantitative easing. Il presidente della BCE ha detto: “Il QE resterà fino a fine 2017 o anche oltre se necessario. La ripresa c’è, ma ancora non se ne vedono gli effetti sui salari e sull’inflazione”. Per questo motivo non è da scartare un’estensione del Quantitative Easing in caso di peggioramento delle prospettive o qualora non si registrasse un aggiustamento durevole dell’inflazione vicino al 2%. Secondo uno studio di Goldman Sachs c’è un’assoluta mancanza di correlazione tra il mercato del lavoro e le retribuzioni che si registrano all’interno dell’Eurozona da ormai 15 anni. Alla Banca Centrale Europea sono consapevoli che a frenare la ripresa di salari e inflazione è la Germania. I salari tedeschi dovrebbero essere aumentati quasi del 9%, invece sono stabili intorno al più 2%. La banca d’affari scrive: “Senza una ripresa dei salari in Germania difficilmente l’inflazione core dell’Eurozona tornerà a crescere”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?

Migranti aggrediscono troupe Rai

Il caso della stazione Hirpinia dell’Alta Velocità Napoli-Bari

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano