Cnr: Suolo si è abbassato di 4 cm a Ischia

Il suolo si è abbassato di 4 centimetri a Ischia dopo il terremoto. L'hanno constatato i ricercatori del Cnr. Scoppia la polemica sul magnitudo e l'ipocentro.

Terremoto IschiaIn seguito al terremoto del 21 agosto a Ischia, il suolo si è abbassato di circa 4 cm in un’area a ridosso di Casamicciola Terme. Lo hanno misurato i ricercatori Cnr-Irea, grazie ai dati dei satelliti europei Sentinel-1 e italiani Cosmo-SkyMed. Proseguono sull’isola le verifiche di agibilità sugli edifici pubblici e le strutture alberghiere. Le persone assistite dalla Protezione Civile sono 965: 740 di Casamicciola, 225 di Lacco Ameno.

Proseguono le polemiche sul magnitudo e l’ipocentro della scossa. Enzo Boschi, ex presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia(Ingv), in un’intervista a “Il Mattino” ha dichiarato: “E’ inammissibile sbagliare così la magnitudo, la direzione del sisma, l’epicentro, e soprattutto la profondità focale. Da un ipocentro stimato a 10 km di profondità siamo passati a uno di 1,75. Inconcepibile, senza precedenti”. Il geofisico ha aggiunto: “Se si fosse detto subito che l’epicentro era circoscritto a una piccola porzione di Casamicciola, migliaia di turisti non avrebbero lasciato Ischia in preda al panico”. Non è da escludere una class action contro chi ha diffuso dati errati, con conseguenti danni d’immagine al territorio. Non si è fatta attendere la replica dell’Ingv. Il presidente Carlo Doglioni ha dichiarato: “Non c’è stato errore, ma solo un normale affinamento dei dati scientifici. La prima valutazione di magnitudo 3.6 era arrivata dalla rete sismica nazionale, poi abbiamo fatto una rivalutazione con un’altra tecnica portandola a 4 entro pochi minuti. Una prassi che riguarda tutti i terremoti”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

Confindustria propone tassa sul contante

Koulibaly e Ghoulam alla scuola Elsa Morante di Scampia

L’inutile sfogo di Ancelotti per gli spogliatoi del San Paolo

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio

Cresce divario tra ricchi e poveri in Italia