Boeri: Regolarizzare immigrati economici e rifugiati

Fosse per Tito Boeri l'Italia dovrebbe accogliere tutti gli immigrati che sbarcano sulle nostre coste. Il presidente dell'Inps non tiene conto della quarta rivoluzione industriale.

Tito BoeriFosse per Tito Boeri l’Italia dovrebbe accogliere tutti gli immigrati che sbarcano sulle nostre coste. “Di fronte al calo delle nascite, superiore a quello previsto, bisogna aumentare i contribuenti, integrando e regolarizzando immigrati economici e rifugiati”. E’ quello che ha detto il presidente dell’Inps.

La solita tesi dell’Italia che invecchia e degli immigrati che portano linfa nuova. Di questo passo, stando ai dati pubblicati dall’Istat, da oggi al 2065 spariranno 7 milioni di italiani e verranno sostituiti da 14,5 milioni di immigrati. Una vera e propria sostituzione etnica. La dichiarazione di Boeri è uno spot per i trafficanti di uomini e servirà solo ad incrementare il numero delle traversate “kamikaze” nel Mediterraneo. Tra l’altro si scontra con la realtà. Una domanda sorge spontanea: gli immigrati come fanno a versare i contributi e a pagare le tasse se non lavorano? Nel mondo, e in particolare in Italia, ci saranno sempre meno occupati in futuro. Il motivo? Tutta colpa del quarta rivoluzione industriale. I Robot, infatti, possono tranquillamente sostituire gli uomini nei lavori ripetitivi, meccanici, come per esempio quelli degli operai alle catene di montaggio, ma anche degli intermediari come appunto si diceva nel settore assicurativo e dei call-center. Questo non lo capiscono gli inutili tipi in giacca e cravatta. I politici dovrebbero occuparsi di questo problema invece di dire agli africani che c’è posto per tutti in Italia.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Birra Napoli si produce a Roma