Il ponte Bellaria a rischio crollo?

Gravissimo dissesto idrogeologico sotto il Ponte di Bellaria in via Miano. I residenti hanno paura che venga giù tutto. Da 10 anni sono in corso dei lavori per arginare il torrente. Guarda il video di Bukaman.

BukamanIl ponte di Bellaria, conosciuto anche come ponte di Miano, è un’opera realizzata a Napoli verso la metà del XIX secolo, sul Cavone di Miano, la vallata che separa la collina di Capodimonte dall’altopiano adiacente del quartiere di Miano. Il ponte di Bellaria si trova a pochi passi dal Real Bosco di Capodimonte ed è una via molto trafficata.

Lo scorso maggio è crollato una parte di marciapiede e il parapetto ed è apparsa la solita rete rossa. Poche settimane prima erano stati fatti dei lavori di rifacimento del manto stradale nella stessa zona. Dopo un paio di settimane è comparsa una voragine a pochi metri dal primo cedimento. L’arrivo dell’estate ha attenuato il problema, ma ci sono stati altri crolli al primo temporale di settembre. Una domanda sorge spontanea: perchè ci sono crolli ogni volta che piove? Alfredo Di Domenico(noto come Bukaman) è stato chiamato dai residenti di vico della Croce per denunciare il Ponte Bellaria a rischio crollodissesto idrogeologico sotto il ponte di Bellaria. Un torrente di acqua putrida scorre sotto il ponte, provocando continue voragini e lesioni ai pilastri. Da 10 anni i cantieri per arginare il torrente vengono aperti e dopo poco tempo abbandonati. Bukaman ha ascoltato i residenti di vico della Croce. Alcuni di loro sostengono che il ponte Bellaria sarebbe devastato da importanti infiltrazioni di acqua, che danneggiano la struttura dalle fondamenta, mettendo a rischio la sicurezza degli abitanti e degli automobilisti che transitano ogni giorno sulla strada. I tipi in giacca e cravatta dell’amministrazione comunale non hanno ancora capito che sul ponte di Bellaria è in corso una frana. Cosa aspettano per intervenire? Che venga giù tutta la carreggiata?

Pubblicato da Alfredo Di Domenico su Domenica 10 settembre 2017

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Migrante viene inquadrato dalla telecamera di Agorà

Il cimitero islamico a Napoli

Inps spende 426 milioni per assegni assistenziali agli stranieri

Taglio accise carburanti provoca buco di 4 miliardi

Crisi ANM colpisce periferia

L’imprenditore che non trovava personale si lamenta dei lavori