Cambia ripartizione diritti TV Serie A

La quota dei diritti TV attribuita equamente ai club di serie A sale dal 40 al 50%. Assegnati diritti TV esteri per il triennio 2018-2021. Infuriato De Laurentiis.

Cambia ripartizione diritti TV Serie ASale dal 40% al 50% la quota dei diritti televisivi attribuita equamente ai club di Serie A, mentre scende quella attribuita al numero dei tifosi. Salta poi completamente il riferimento(che valeva il 5%) alla popolazione residente nel comune della società. E’ una delle norme in materia di sport, il cosiddetto “pacchetto Lotti”.

La norma attribuisce il 50% dei diritti a tutte le squadre, il 30% sui risultati conseguiti(prima era il 25%), in base ai tifosi paganti nelle gare casalinghe degli ultimi 5 campionati. Il ministro Lotti al giornale “Il Messaggero” ha dichiarato: “Nella legge abbiamo già previsto come avverrà la ripartizione del 30% legato ai risultati sportivi. Un 15%, sarà in base alla classifica e ai punti ottenuti nell’ultimo campionato”. Questa novità dovrebbe servire per “stimolare” le squadre senza obiettivi nelle ultime giornate: più punti fai e più guadagnerai nella ridistribuzione. Un 10% verrà considerato sulla base dei risultati degli ultimi 5 anni. Poi un 5% sarà legato a risultati internazionali e nazionali a partire dalla stagione sportiva 1946/47. Infine, l’ultimo 20% sarà determinato dal pubblico di riferimento di ciascuna squadra.

Assegnati diritti TV esteri

La Lega Serie A ha assegnato i diritti TV esteri di campionato, coppa Italia e Supercoppa italiana per il triennio 2018-2021 agli americani di Img. L’assemblea della Lega Calcio Serie A ha deciso di assegnare l’intero pacchetto dei diritti TV esteri all’agenzia statunitense per una cifra vicina ai 1.050 milioni di euro, pari a 350 milioni l’anno. La delibera è stata approvata da 18 società su 20. “Abbiamo ottenuto offerte a dir poco mortificanti, per un grande errore fatto da Tavecchio, Nicoletti e Infront, che è al suo ultimo mandato ma ci crea dei danni. Se gli altri fatturano molto più di noi, e noi pensiamo di aver preso solo il doppio dell’ultimo anno, questo non è sufficiente”. E’ quello che ha dichiarato il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis al termine dell’Assemblea straordinaria della Lega Serie A.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Voragine in via Masoni

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018