Eurostat: Deficit Italia a 2,5%, debito a 132%

L'Italia ha chiuso il 2016 con un deficit al 2,5% che corrisponde a un disavanzo di 41,9 miliardi di euro. Debito pubblico in crescita.

EurostatNel 2016 il deficit italiano è stato pari al 2,5% del PIL e il debito pubblico è arrivato al 132%. Lo comunica Eurostat, rivedendo al rialzo il deficit e al ribasso il debito, che ad aprile erano rispettivamente al 2,4% e al 132,6%. Nel 2015 l’Italia aveva un deficit del 2,6%, mentre il debito era al 131,5% del PIL. L’ammontare del PIL italiano è risultato di 1.681 miliardi di euro, in crescita di 29 miliardi rispetto al 2015. Nel 2016 il disavanzo è stato di 41,9 miliardi di euro. Il debito pubblico, in termini assoluti, ha raggiunto quota 2.218 miliardi di euro, dai 2.173 miliardi del 2015. Con il 132% del PIL, l’Italia ha registrato il secondo debito pubblico più alto della zona euro e dell'Unione Europea a 28 dopo la Grecia(180,8%). Il deficit dell’Eurozona si è attestato all’1,5% nel 2016, in netto calo rispetto al 2,1% dell’anno precedente. Tra gli Stati membri sforano la soglia del 3% solo Spagna(4,5%) e Francia(3,4%). Nell’Unione Europea a 28, il deficit si è attestato all’1,7% contro il 2,4% registrato nel 2015.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Birra Napoli si produce a Roma

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia