Latitante arrestato per colpa di Napoli-Inter

La prenotazione per il big match del San Paolo ha tradito un latitante del clan Di Lauro. Fuggiva da una condanna di 6 anni e 7 mesi per traffico di stupefacenti.

CarabinieriLa passione per il calcio fa brutti scherzi, in alcuni casi diventa quasi una “malattia” che ti fa perdere la libertà. Un latitante ha prenotato un biglietto per la partita Napoli-Inter, che si terrà nel capoluogo partenopeo il 21 ottobre 2017, e così ha fornito una traccia ai carabinieri che lo hanno individuato e arrestato a Napoli. Emanuele Niola, 33 anni, elemento di spicco del clan Di Lauro e referente di una fiorente piazza di spaccio nel quartiere di Secondigliano, fuggiva da un provvedimento definitivo di condanna per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, in virtù del quale deve espiare 6 anni e 7 mesi di reclusione. Il latitante è stato catturato in un autolavaggio, dove era arrivato alla guida di un’anonima Fiat Punto.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Inps spende 426 milioni per assegni assistenziali agli stranieri

BCE presenta nuove banconote da 100 e 200 euro

Il DDL per tagliare le pensioni d’oro

Lavorare per restare poveri

Debito pubblico Italia problema dal 1981

Istat: Saldo primario Italia a 1,4% del PIL nel 2017