Parrucchiere anti camorra abbandonato dal Comune di Napoli

Nel 2015 il parrucchiere aveva detto no agli estorsori, e da allora vive sotto scorta. Castelluccio ha chiuso la sua attività e ha chiesto un ultimo incontro con il sindaco De Magistris. Guarda il servizio di "Nemo - Nessuno escluso".

Salvatore Castelluccio e il sindaco De MagistrisDopo il “caso” di Ciro Scarciello, il salumiere della Duchesca che si era sfogato davanti alle telecamere Rai dopo la sparatoria contro gli immigrati, un altro negoziante è costretto a chiudere la sua attività per colpa dell’assenza delle istituzioni. Si tratta di Salvatore Castelluccio, titolare di “Pianeta donna” a largo Ecce Homo, metà strada tra Forcella e i quartieri Spagnoli. Ma andiamo con ordine.

Nel 2015 Castelluccio è stato vittima di una estorsione. In una giornata di agosto fu avvicinato da cinque uomini a bordo di tre scooter che gli chiesero un pizzo da 2.000 euro al mese. Salvatore non paga, ma va in Questura a denunciare i camorristi. Finiscono in carcere due persone. Qualche giorno dopo venne arrestato anche Raffaele Trongone, il boss della zona. A Salvatore gli danno la scorta perché viene minacciato di morte in un’intercettazione telefonica. Per la denuncia(e il mancato pagamento del pizzo) è stato punito dalla camorra: nessuna cliente si è più seduta sulle sue poltroncine per farsi la messa in piega. Dopo due anni, Castelluccio è costretto a chiudere il negozio e andare via. Forse andrà a vivere a Sorrento. Il “caso” del parrucchiere è finito a “Nemo - Nessuno escluso”, il programma in onda tutti i giovedì su Rai 2. Castelluccio ha dichiarato: “Io ho vinto in tribunale, ma il quartiere e la città ha perso”. Il parrucchiere, tramite l’inviato Marco Maisano, ha chiesto di incontrare un’ultima volta Luigi De Magistris. Castelluccio ha criticato le istituzioni, denunciando di essere stato abbandonato dopo una serie di “passerelle” in campagna elettorale. Il sindaco di Napoli ha risposto: “Abbiamo messo in campo delle pratiche e delle reti di sostegno contro il racket e l’usura”. L’incontro si è chiuso con la “fuga” dell’ex magistrato. Evidentemente De Magistris preferisce stare con i ragazzi dei centri sociali.

Il parrucchiere anti camorra incontra il sindaco De Magistris

Pubblicato da Maxso Magazine su Venerdì 27 ottobre 2017

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Migranti aggrediscono troupe Rai

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Donna intubata sommersa dalle formiche

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?