Elezioni Sicilia 2017: Il trionfo dell’astensionismo e la disfatta di Renzi

Alle elezioni regionali in Sicilia centrodestra avanti sul Movimento 5 Stelle. A vincer è l'astensionismo. Disfatta colossale del Partito Democratico di Matteo Renzi.

Elezioni Sicilia 2017Le elezioni regionali in Sicilia hanno visto il trionfo dell’astensionismo: l’affluenza si è attestata al 46,76%, con un calo dello 0,65% rispetto al voto del 2012. E’ record storico. Sono andati a votare 2.179.474 persone su 4.661.111. In testa per l’astensionismo Messina con il 51,69%, seguono Catania con il 51,58%, Siracusa 47,55%, Ragusa 47,48%, Palermo 46,4%, Agrigento 39,6%, Caltanissetta 39,83%. In coda Enna con il 37,68%.

Le operazioni di scrutinio sono partite alle 8 di questa mattina(6 novembre). In testa c’è il candidato del centrodestra Nello Musumeci vicino al 40%. Ottimo risultato per Giancarlo Cancelleri del Movimento Cinque Stelle che supera quota 30%. Nel 2012 il candidato grillino ottenne solo il 18,17%. La vera notizia è la disfatta del Partito Democratico di Matteo Renzi. Il candidato governatore Fabrizio Micari non arriva al 20%. Una sconfitta netta che non lascia spazio a scuse. Le politiche di destra fatte da Renzi producono queste conseguenze nelle elettorato del centrosinistra. Il segretario del PD è un virus che va eliminato(politicamente) per non regalare il Paese al centrodestra.

Dati finali. Sezioni scrutinate: 5.300 su 5.300

Candidato Contrassegno Voti %
Nello Musumeci In Sicilia 830.821 39,84
Giancarlo Cancelleri Movimento 5 Stelle 722.555 34,65
Fabrizio Micari Micari Presidente 388.886 18,65
Claudio Fava Cento Passi per la Sicilia 128.157 6,14
Roberto La Rosa Siciliani Liveri 14.656 0,70

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa