Istat: Produttività Italia sotto media UE

Tra il 1995 e il 2016 la crescita media annua della produttività del lavoro in Italia è risultata decisamente inferiore alla media UE.

Produttività Italia sotto media UELa produttività del lavoro in Italia è sotto la media europea. E’ quanto sostiene l’Istat nel rapporto “Misure produttività 1995-2016”. La produttività è definita come il rapporto tra il valore aggiunto in volume e uno o più dei fattori produttivi impiegati per realizzarlo. E’ possibile calcolare diverse misure, tra cui quelle riferite rispettivamente alla produttività del lavoro e del capitale, nonché alla produttività totale, calcolata come rapporto tra il valore aggiunto e l’impiego complessivo dei servizi del capitale e del lavoro.

Nel 2016 il valore aggiunto dell’intera economia ha registrato una crescita dello 0,9% rispetto al 2015. La produttività del lavoro, calcolata come valore aggiunto per ora lavorata, è diminuita dell’1%; quella del capitale, misurata come rapporto tra il valore aggiunto e l’input di capitale, è aumentata dell’1%. Nello stesso anno, la produttività totale dei fattori, che misura la crescita del valore aggiunto attribuibile al progresso tecnico e ai miglioramenti nella conoscenza e nell’efficienza dei processi produttivi, è diminuita dello 0,4% dopo gli aumenti registrati sia nel periodo 2009-2014 sia nel 2015. Negli ultimi 21 anni, cioè tra il 1995 e il 2016, la produttività del lavoro in Italia è cresciuta a un tasso medio annuo dello 0,3%, un dato che è decisamente inferiore alla media UE(1,6%). Tassi in linea con la media sono stati registrati da Germania(1,5%), Francia(1,4%) e Regno Unito(1,5%).  La Spagna ha registrato un tasso di crescita più basso(0,5%) rispetto alla media europea ma più alto di quello dell’Italia.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?

Migranti aggrediscono troupe Rai

Il caso della stazione Hirpinia dell’Alta Velocità Napoli-Bari

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano