UE chiederà nuovi chiarimenti sui conti all’Italia

I conti pubblici dell’Italia non stanno migliorando e la Commissione UE invierà una nuova lettera. Mancano all'appello 3,5 miliardi di euro.

Gentiloni e PadoanL’Istat stima un aumento del PIL italiano nel 3° trimestre con un +0,5% rispetto i tre mesi precedenti e un +1,8% su base annua. E’ bastato questo per far aprire bottiglie di champagne ai renziani, tanto paga il contribuente. Ma non c’è nulla da festeggiare. il vicepresidente della Commissione Europea Jyrki Katainen lancia l’allarme sui conti dell’Italia.

Il politico finlandese ha dichiarato: “Tutti possono vedere i numeri, la situazione in Italia non sta migliorando. Gli italiani devono sapere la verità. C’è una deviazione dagli obiettivi di medio termine per quanto riguarda il saldo strutturale”. Il deficit italiano nel 2018 sarà superiore di ben 3,5 miliardi di euro rispetto a quanto promesso dal governo Gentiloni la scorsa primavera. La Commissione UE invierà una nuova lettera all’Italia con la richiesta di chiarimenti e impegni in merito alla Manovra. Sulla Legge di Bilancio, invece, la Commissione prenderà una decisione definitiva a maggio 2018. Così a farsi carico della quasi inevitabile manovra correttiva sarà il prossimo governo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Birra Napoli si produce a Roma