Importare donne dall’Africa per risolvere problema nascite in Italia

Dal rapporto "Indicatori demografici" dell'Istat si evince che il calo delle nascite in Italia non si arresta. Il "vero" problema è che ci sono sempre meno donne in età feconda. La soluzione di Emma Bonino è più migranti, peccato che dall'Africa arrivano soprattutto uomini.

Donne migrantiNel 2017 si stima siano nati in Italia 464 mila bambini, il 2% in meno rispetto al 2016 quando se ne contarono 473 mila. Risulta battuto, pertanto, il precedente record di minimo storico della nascite dall’Unità d’Italia. Le nascite registrano la nona consecutiva diminuzione dal 2008, anno in cui furono pari a 577 mila. Questo è quello che emerge dal rapporto “Indicatori demografici” dell’Istat.

Il numero medio di figli per donna è di 1,34, invariato rispetto all’anno precedente. La riduzione del contingente di donne in età feconda(15-50 anni) e progressivo spostamento in avanti del calendario riproduttivo sono tra i motivi per cui la natalità su scala nazionale è precipitata ai livelli sin qui osservati. Sono oggi circa 900 mila in meno le donne residenti nella classe di età 15-50 anni rispetto al primo gennaio 2008, di cui 200 mila in meno solo nell’ultimo anno. Nel frattempo, l’età media di queste donne è cresciuta da 33,8 anni nel 2008 a 35,2 anni nel 2018. Meno madri potenziali e mediamente più anziane fanno capire quale sia il vero problema dell’Italia. La soluzione al calo delle nascite di Emma Bonino(+Europa) è importare migranti dall’Africa, peccato che non risolverebbe nulla alla radice. Il motivo? Dal rapporto Istat si evince che i nati da cittadine straniere sono stimati in 90 mila, -3,6% rispetto al 2016. La questione è un’altra. Nel 2017 sono arrivati in Italia 119.369 migranti, il 75% maschi e solo l’11% donne(vedi grafico UNHCR). L’accoglienza incontrollata provoca uno squilibrio demografico e sociale che aumenta i rischi di comportamenti aggressivi e violenti da parte di questi uomini nei confronti delle donne. La soluzione al problema nascite in Italia è importare donne in età feconda dall’Africa, non uomini da “schiavizzare” per far arricchire gli imprenditori italiani.

Gli arrivi in Italia nel 2017

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Birra Napoli si produce a Roma