Cina chiede aiuto all’UE contro i dazi

Il piano dazi degli Stati Uniti non piace a molti paesi. La Cina chiede cooperazione all’UE per salvaguardare il sistema di commercio globale.

Cina chiede aiuto all’UE contro i daziIl piano sui dazi proposto dal presidente USA Donald Trump non piace a molti stati e potrebbe mettere a rischio i rapporti con gli alleati degli Stati Uniti, soprattutto sul fronte della sicurezza nazionale. La Cina chiede cooperazione all’Unione Europea per salvaguardare il sistema di commercio globale. “Occorre accelerare i negoziati per concludere l’accordo sugli investimenti tra Cina e UE. La Cina è pronta a essere un partner per l’UE per creare maggiore stabilità e per fare del mondo un posto migliore”. Questo è quello che ha dichiarato il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, a margine dei lavori dell’Assemblea nazionale del popolo.

Lo scorso 6 marzo la Commissione UE ha deciso di prorogare per altri 5 anni i dazi antidumping già in vigore sui tubi d’acciaio inossidabile senza saldature provenienti dalla Cina. Le misure, imposte nel 2011 e che vanno dal 48,3% al 71,9%, sono state estese dopo l’indagine avviata da Bruxelles a dicembre 2016 che ha dimostrato che, senza dazi, il mercato europeo sarebbe di nuovo stato inondato dall’acciaio cinese con danni soprattutto per i produttori di Francia, Spagna e Svezia. Sono 53 in totale le misure UE in piedi per proteggere la siderurgia europea, di cui 27 contro prodotti cinesi. Trump ha annunciato di avere chiesto alla Cina di sviluppare un piano per ridurre il suo avanzo commerciale con gli Stati Uniti di un miliardo di dollari in un anno.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

Tari in bolletta elettrica

Contributi erogati alla stampa per l’anno 2017

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione