+Europa propone abolizione IVA agevolata e reintroduzione IMU

La reintroduzione dell’IMU sulla prima casa e l’eliminazione dell’IVA agevolata al 10% sono le due proposte di +Europa che fanno discutere. Emma Bonino e i suoi seguaci vuole costruire l'Europa sulla pelle della gente.

 

Manifesto di +Europa+Europa è un pericolo per il benessere dell’Italia. Sulle schede elettorali di Camera e Senato noteremo che il partito di Emma Bonino è nella stessa coalizione del Partito Democratico. Il programma di +Europa prevede i soliti slogan per prolet, ma il vero obiettivo è la creazione degli Stati Uniti d’Europa. Cosa condivisa anche da Matteo Renzi e company. In poche parole vogliono costruire l’Europa sulla pelle dei cittadini.

La Bonino propone il blocco della spesa pubblica per 5 anni per far scendere il debito pubblico sotto il 110% del PIL. La ricetta di +Europa porterà tagli alle pensioni dei poveracci e alla Sanità. Non a caso l’ex radicale è contraria alla modifica delle Legge Fornero. Peccato che il vero problema dell’Italia sono le pensioni d’oro, ma alla Bonino non piace darsi la zappa sui piedi. Per chi non lo sapesse, l’ex radicale percepisce 6.500 euro di pensione al mese. Fare altri tagli alla Sanità significa introdurre un sistema sanitario privato come negli Stati Uniti. Calo delle nascite in Italia? No problem. Per la Bonino basta coltivare il giardino d’infanzia che abbiamo 300 chilometri sotto di noi mentre l’Europa. In poche parole vuole importare migranti dall’Africa senza controllo. La vera bomba per il nostro benessere è un’altra. Tra le coperture economiche proposte da +Europa in attuazione di alcune misure espansive(come la riduzione delle aliquote Irpef e dell’Ires), si trovano due cospicui aumenti di tassazione: la reintroduzione dell’IMU sulla prima casa e l’eliminazione dell’IVA agevolata al 10% da sostituire con l’aliquota ordinaria al 22%. Le due misure frutterebbero in totale 26,5 miliardi di euro, di cui 4,5 derivanti dall’IMU e 22 dall’eliminazione dell’IVA al 10%. La ricetta di +Europa sarebbe un’altra mazzata per il ceto medio basso. Cancellare l’IVA agevolata al 10% significa aumento per farmaci e prodotti alimentari. +Europa è più pericolosa di Casapound.

Chi finanzia +Europa?

Il bel faccino(si fa per dire) di Emma Bonino è ovunque. Non è così usuale infatti vedere il volto dell’ex radicale, impegnata in uno spot elettorale, proiettato sui mega schermi o sui monitor lungo i binari della stazione Termini di Roma. La pubblicità di +Europa è presente anche a Milano, Torino, Napoli, Bari e in altri maggiori scali italiani. Quanto costa questa propaganda? Chi la finanzia? La campagna pubblicitaria in tutte le maggiori stazioni ferroviarie italiane è costata meno di 300 mila euro; il denaro è arrivato con una raccolta fondi(anche con 50 mila euro) di alcuni radicali storici. I soldi saranno restituiti dai deputati e senatori eletti. Questa è la risposta data dagli esponenti di +Europa, ma non convince nessuno.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

BCE conferma fine Quantitative easing

Contributi erogati alla stampa per l’anno 2017