Prima rata Tari 2018 scade il 16 maggio

La prima rata della Tari 2018 scade il 16 maggio. La maggior parte di cittadini ancora non ha ricevuto l'avviso di pagamento. Il Comune di Napoli ha pubblicato la pagina informativa della Tari 2018 sul sito a due giorni dalla scadenza.

Luigi De MagistrisIl Comune di Napoli ha approvato la modalità di pagamento della Tari 2018 con la delibera consiliare n.8 del 29/03/2018. La prima rata della Tari 2018 è in scadenza il 16 maggio 2018, mentre il versamento in unica soluzione può essere fatto entro il 16 giugno 2018. Ad oggi(5 maggio) molti cittadini ancora non hanno ricevuto l’avviso di pagamento. Nella delibera c’è scritto che il Comune di Napoli invia a ciascun contribuente un prospetto di liquidazione della Tari 2018 almeno 10 giorni prima della scadenza della prima rata.

Sul sito non c’è nessuna pagina informativa sulla Tari 2018 e non sono ancora disponibili gli F24 per il versamento sul portale tributario. Nella delibera c’è scritto che il mancato ricevimento dell’avviso di pagamento non giustifica il mancato o tardivo versamento del tributo dovuto. Tuttavia la Giunta comunale, in caso di impedimenti tecnici, può autorizzare la variazione delle scadenze delle rate. E’ facile immaginare che la scadenza della prima rata della Tari 2018 slitti di un mese come già accaduto gli anni passati. Il sottoscritto non ha mai ricevuto l’avviso di pagamento della Tari 2017 e per mettermi in regola sono stato costretto a registrarmi sul portale tributario per scaricare gli F24. L’amministrazione di Luigi De Magistris(foto) rende più complicata la vita al contribuente.

Quest’anno il tributo della Tari è suddiviso in 4 rate bimestrali, una in meno rispetto al 2017. Le altre tre rate scadono rispettivamente il 16 luglio 2018, il 16 settembre 2018 e il 16 novembre 2018. La riscossione del tributo avverrà unicamente tramite Modello di Pagamento Unificato(Mod. F24). Il Comune di Napoli riscuote la Tari dovuta sulla base delle dichiarazioni presentate ai fini TARSU/TARES/TARI alla data del 01/01/2018. Per le utenze domestiche il conteggio del tributo dovuto tiene conto delle superfici occupate e del numero dei componenti il nucleo familiare. All’importo complessivo della TARI occorre aggiungere il tributo provinciale, per le funzioni di tutela protezione ed igiene ambientale spettante alla Provincia di Napoli, calcolato nella percentuale del 5% degli importi dovuti al Comune di Napoli. Di seguito potete vedere la tabella per il calcolo della Tari 2018 a Napoli per le utenze domestiche.

Tariffe annue

Quota fissa Quota variabile
N° componenti nucleo familiare

€/Mq 2018

€/anno 2018
1 1,759 101,80
2 2,041 183,23
3 2,215 203,59
4 2,367 223,95
5 2,388 295,21
6 o più 2,301 346,11

Aggiornamento 14 maggio 2018:
A due giorni dalla scadenza della prima rata della Tari 2018, il Comune di Napoli ha pubblicato sul sito la pagina informativa. Come prevedibile la prima rata e il pagamento in unica soluzione slittano al 30 giugno 2018. La scadenza della seconda rata è fissata per il 30 luglio 2018. Invariate invece le date di pagamento per le altre due rate. Il contribuente può verificare la propria posizione contributiva sul portale tributario del Comune di Napoli iscrivendosi on line. Dal suddetto portale è possibile stampare i modelli di pagamento.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

BCE conferma fine Quantitative easing

Contributi erogati alla stampa per l’anno 2017