Imprese italiane tra le più tartassate d’Europa

Le imprese italiane sono le più tartassate d'Europa. E’ quanto emerge da un rapporto dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre. Le imprese italiane versano versano al fisco 101,1 miliardi di euro l'anno.

Imprese italiane tra le più tartassate d’EuropaLe imprese italiane versano ogni anno al fisco 101, miliardi di euro. Un carico imponente tra imposte, tasse, tributi e contributi per la previdenza da far tremare i polsi. E’ quanto emerge da un rapporto dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre. Tra i principali paesi europei, solo l’Olanda(14,2%) registra una incidenza del prelievo fiscale riconducibile alle imprese sul gettito fiscale totale superiore alla nostra(14,1%).

Le imprese tedesche sono gravate per il 12,3%, le spagnole per l’11,6%, le britanniche per l’11,4% e le francesi per il 10,2% del gettito. Il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia, Paolo Zabeo, ha dichiarato: “Sebbene alle nostre imprese sia praticamente richiesto lo sforzo fiscale più oneroso d’Europa, lo Stato italiano continua a non agevolarne la crescita”. Il debito commerciale della Pubblica amministrazione nei confronti dei propri fornitori è di 57 miliardi di euro, di cui una trentina ascrivibili ai ritardi nei pagamenti. Il peso economico dell’inefficienza burocratica della macchina pubblica sulle PMI, invece, è di 31 miliardi e il deficit infrastrutturale, sia materiale che immateriale, grava sul sistema produttivo per almeno 40 miliardi di euro. La Cgia di Mestre chiede al nuovo governo di intervenire quanto prima per abbassare le tasse, alleggerire l’oppressione burocratica, accelerare i pagamenti della Pubblica amministrazione e tornare ad investire.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Sgomberato ex penicillina

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Carta di identità elettronica alle Poste