La Biblioteca dei morti

Di Glenn Cooper e pubblicato da TEA, "La Biblioteca dei morti" è un fanta-thriller che coniuga sapientemente elementi esoterici con elementi prettamente polizieschi. Il libro ha dato origine ad una saga che comprende quattro romanzi.

La Biblioteca dei mortiLa Biblioteca dei Morti” è un libro di Glenn Cooper e pubblicato da TEA. Nato a White Plains nel 1953, ha una laurea in archeologia e medicina, ed è stato presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts. A dimostrazione della sua versatilità, è anche sceneggiatore e produttore cinematografico. “La Biblioteca dei morti” è il libro d’esordio di Glenn Cooper ed è stato pubblicato nel 2009. Il libro ha dato origine ad una saga che finora comprende quattro romanzi. Grazie al clamoroso successo de “La Biblioteca dei morti”, si è imposto anche come autore di bestseller internazionali.

La Biblioteca dei morti” è il libro che mi ha fatto scoprire lo scrittore Glenn Cooper. Ho acquistato questo libro per l’ottimo prezzo(5 euro) e per la trama intrigante. Nel dicembre 782 in un’abbazia sull’isola di Vectis il piccolo Octavus, accolto dai monaci per pietà, prende una pergamena e inizia a scrivere un’interminabile serie di nomi affiancati da numeri. Il 10 luglio 1947 Harry Truman, il presidente della prima bomba atomica, scopre un segreto che, se divulgato, scatenerebbe il panico nel mondo intero. Il 21 maggio 2009 il giovane banchiere David Swisher riceve una cartolina su cui ci sono una bara e la data di quel giorno. Poco dopo, muore. E la stessa cosa succede ad altre cinque persone. Un destino crudele e imprevedibile, ma non esiste nulla di casuale.

All’inizio ero molto scettico sul fatto che avrei continuato la lettura del libro, ma dalla metà in poi sono rimasto sorpreso forse anche aiutato dai salti temporali fatti dallo scrittore. A quel punto vuoi capire cosa unisce un monastero del ‘700, l’area 51 e un serial killer chiamato Doomsday. “La Biblioteca dei morti” è uno di quei libri a metà strada tra il thriller, il fantasy e lo storico. In effetti in alcuni tratti questa mescolanza di generi mette in difficoltà, ma lo scrittore è abile nel dosarci un po’ alla volta le informazioni, in modo da tenere ben all’erta l’attenzione del lettore. “La Biblioteca dei morti” ha una narrazione discreta, una buona ambientazione e una lettura scorrevole. Non mi sono piaciute le descrizioni di alcune scene, come quelle di sesso fra le vittime sacrificali e gli amanuensi. Ma queste “cose” erotiche le sto notando in molti libri.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi