Martina: Mobilitazione antirazzista a settembre

Il fatto di cronaca di Daisy Osakue diventa un caso politico. Maurizio Martina annuncia una mobilitazione antirazzista a settembre. Giustamente ad agosto tutti i radical chic sono al mare a spendere i soldi e non possono stare sotto il sole per una manifestazione.

Maurizio MartinaUn fatto di cronaca locale diventa un caso politico. Daisy Osakue, atleta nazionale e record italiano under 23 di lancio del disco, è stata ferita in strada da un gruppo di persone in auto. Una frenata brusca, urla e il lancio di uova che hanno colpito al viso la ragazza 22enne, lesionando la cornea. Per gli inquirenti non sarebbe un'aggressione legata al razzismo, ma non si esclude alcuna pista. In quella zona sono stati segnalati diversi “attacchi” con uova nelle ultime settimane. Prima dell’atleta azzurra Osakue colpiti un pensionato e tre donne bianche che uscivano dal ristorante.

Questo non è bastato per fermare il terrore scatenato dai media e dal Partito Democratico. Per loro in Italia c’è emergenza razzismo. Una delegazione del PD è venuto a fare una sfilata a Scampia. Tra un calcio al pallone e altre stronzate, il segretario del PD Maurizio Martina ha dichiarato: “Serve una grande mobilitazione antirazzista. Aperta, plurale, unitaria. Facciamo appello a tutte le energie che non si rassegnano al clima d’odio. C’è una spirale razzista preoccupante che va combattuta. A settembre una grande manifestazione nazionale per dire no al razzismo”. Giustamente ad agosto i radical chic sono al mare a spendere i soldi e non possono stare sotto il sole per una manifestazione. Una “presunta” emergenza va affrontata subito, non tra un mese. Ho notato che è stata aperta una pagina fasulla su Facebook e un profilo falso su Twitter di Daisy Osakue. Questa povera ragazza di colore rischia di diventare il simbolo della propaganda del PD. I democratici vogliono recuperare consenso semplicemente con la lotta al razzismo? Poveri illusi. Intanto sono venuti a Scampia e non ha fatto nessun accenno al problema roghi tossici e alla questione del campo Rom abusivo di via Cupa Perrillo. E’ normale far vivere le persone in una discarica a cielo aperto?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Vicenda Afro-Napoli diventa caso nazionale

La tariffa unica per l’assicurazione RC auto

Muro del bosco di Capodimonte a rischio crollo

Quanto costa mantenere un’auto in Italia?