Assessore Sardu fa l’interprete del consigliere extracomunitario

A Napoli è stato eletto un consigliere extracomunitario con scarsa padronanza dell’italiano. L'assessore Alessandra Sardu fa l'interprete di Fernando Viraj Prasanna. Il risultato è una scena da film comico.

Alessandra Sardu e Fernando Viraj PrasannaA Napoli lo scorso mese ci sono state le votazioni per eleggere un cittadino extracomunitario presso il Consiglio Comunale con diritto di parola ma non di voto. Questa è l’ennesima pagliacciata voluta dal sindaco Luigi De Magistris. Alla fine l’elezione “farlocca” è stata vinta da Fernando Viraj Prasanna con 504 voti su 734 votanti. L’uomo di di nazionalità Srilankese è nato nel 1977 e si è fatto notare per la scarsa padronanza dell’italiano.

Il neo consigliere Prasanna ha promesso che si impegnerà a imparare l’italiano per essere pronto a settembre. Una sorte di esame di riparazione. Una domanda sorge spontanea: come fa ad apprenderlo in un mese, visto che non ci è riuscito nei quasi 20 anni trascorsi in Italia? Nel frattempo il problema è stato risolto con un interprete. Alla presentazione del consigliere extracomunitario ha svolto questo “delicato” compito la donna con gli occhiali che vedete nella foto. Non si tratta di una tizia qualunque, ma dell’assessore alla trasparenza ed efficienza dell'azione amministrativa Alessandra Sardu. Nel video allegato potete notare che l’affascinante assessore ripete come un pappagallo le domande fatte dai giornalisti al povero Prasanna. Sembra quasi una candid camera o una scena di un film comico. Ci sarebbe da sorridere, se non fosse che l’assessore Sardu ha una delega ai cimiteri. A Napoli i cimiteri comunali sono in uno stato pietoso, una cosa indegna per una città che si definisce europea. L’assessore Sardu quando risolverà il problema?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Winback con rimodulazione di Vodafone

PD di Renzi considera 80 euro un totem

Goletta Verde: Inquinato 48% mare Italia

BCE: In Italia redditi da lavoro inferiori al periodo pre-crisi

Il crollo della Lira turca