Il regalo a pagamento di Vodafone ai clienti ricaricabile

Il regalo a pagamento di Vodafone ai clienti privati ricaricabile. La compagnia telefonica comunica una nuova modifica delle condizioni contrattuali. L'ennesima rimodulazione sarà a ritmo di musica ed entrerà in vigore dal 3 settembre 2018.

VodafoneModifica contrattuale: la tua offerta avrà minuti ILLIMITATI! Chiami senza limiti tutti i numeri fissi e mobili nazionali, sia in Italia che in roaming in tutti i Paesi dell’Unione Europea”. Inizia così la comunicazione inviata da Vodafone a molti a clienti privati ricaricabili. Ho ricevuto l’SMS anch’io e inizialmente ho esultato pensando ad un regalo estivo fatto dalla compagnia telefonica. Prima di aprire la bottiglia di spumante, ho letto il rigo successivo e mi è venuta la nausea. “A partire dal 3 settembre 2018 costerà 1,99 euro in più al mese”. Questa è la frase che mi ha fatto venire il voltastomaco. Meno male che non avevo bevuto lo spumante. Il regalo di Vodafone è a pagamento.

La compagnia telefonica ormai comunica una rimodulazione ogni settimana ai clienti ricaricabile. Il costo della mia offerta passerà da 7,69 a 9,68 euro, una cifra non più conveniente e che mi costringerà a passare ad un’altra compagnia telefonica(molto probabilmente Iliad). Il mercato di telefonia fissa e mobile è diventato un far west in Italia. Tutte le compagnie ormai fanno quello che vogliono in Italia, cambiano le condizioni contrattuali senza che nessuno intervenga. Le rimodulazioni vanno fermate con un intervento legislativo. Negli ultimi giorni Vodafone sta facendo qualcosa di ben più grave. Per “rubare” clienti alla concorrenza offre delle tariffe convenienti, ma una volta attivata la SIM i malcapitati ricevono un SMS con la rimodulazione. Una pratica assolutamente scorretta che sta facendo insorgere i consumatori. Tutti i clienti interessati dalla rimodulazione riceveranno una comunicazione via SMS e potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali fino al giorno prima della variazione contrattuale, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”. Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente su variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO) o via PEC all’indirizzo vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it, esplicitando la causale sopraindicata. Il regalo a pagamento di Vodafone può essere rifiutato dai clienti solo passando ad un’altra compagnia telefonica. In attesa di un intervento legislativo, al momento questa è l’unica arma che hanno i consumatori.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Vicenda Afro-Napoli diventa caso nazionale

La tariffa unica per l’assicurazione RC auto

Muro del bosco di Capodimonte a rischio crollo

Quanto costa mantenere un’auto in Italia?