Comune di Napoli multa chi conferisce rifiuti in maniera irregolare

Il Comune di Napoli multa chi conferisce i rifiuti in maniera irregolare. Peccato che il primo trasgressore è proprio l'amministrazione comunale, che non garantisce la raccolta con regolarità.

Bidone del multimateriale pieno di spazzatura500 euro di multa a chi conferisce i rifiuti in maniera irregolare o abbandona materiale ingombrante in strada. Questo è quello che prevede l’ordinanza firmata dal sindaco Luigi De Magistris. I nomi dei trasgressori recidivi finiranno sulla pagina web del Comune di Napoli. Tutto bene? Mica tanto. Un provvedimento del genere potrebbe essere accettato in una città dove funziona tutto, non certo a Napoli.

Ma andiamo con ordine. Le più frequenti irregolarità commesse nel conferimento dei rifiuti sono: deposito a suolo, vicino o lontano dai contenitori di raccolta; conferimento dell’umido fuori orario, nonché in sacchetti non biodegradabili e compostabili; illecito conferimento di rifiuti ingombranti, inerti, elettrodomestici e apparecchiature elettriche ed elettroniche varie; conferimento dei rifiuti nella frazione differenziata errata. Con l’ordinanza firmata dal sindaco De Magistris, il Comune di Napoli dichiara guerra a tutti quelli che commettono una di queste irregolarità. L’ordinanza è un vero e proprio controsenso, visto che il primo a non rispettare le regole è proprio l’amministrazione comunale. Nella foto potete vedere il contenitore del multimateriale nel parco dove abito. E’ strapieno non a causa del mancato senso civico dei cittadini, ma per colpa di ASIA Napoli: l’addetto non viene a svuotare il contenitore da quasi 10 giorni. Altro che multa, dovremmo essere noi cittadini a chiedere i danni al Comune di Napoli.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Inps spende 426 milioni per assegni assistenziali agli stranieri

BCE presenta nuove banconote da 100 e 200 euro

Il DDL per tagliare le pensioni d’oro

Lavorare per restare poveri

Debito pubblico Italia problema dal 1981

Istat: Saldo primario Italia a 1,4% del PIL nel 2017