Crisi ANM colpisce periferia

La crisi dell'ANM colpisce la periferia di Napoli. Il mancato ripristino della linea 183 causa molti disagi ai cittadini di Scampia e Secondigliano. Questo ennesimo colpo basso dell’ANM arriva dopo la chiusura del deposito del Garittone.

Autobus ANM“Nel 2019 Napoli città mondiale per efficienza nei trasporti”. E’ l’annuncio che fece il sindaco Luigi De Magistris nella calda estate del 2017. Un anno dopo la situazione del trasporto pubblico è migliorata in città? No. L’Azienda Napoletana Mobilità(ANM) è in crisi nera e tra un anno le linee bus saranno messe a gara. Nel frattempo il servizio è diventato ancora più scadente rispetto a dodici mesi fa.  A farne le spese è soprattutto la periferia, in particolare quella della zona nord.

Il 2 settembre 2018 doveva ritornare la linea 183, che collega Scampia e Secondigliano con il centro di Napoli(vedi percorso a fondo pagina). Un comunicato dell’ANM del 31 agosto 2018 informa che la linea resta sospesa. Il 183 è un autobus importante per la zona nord perché consente agli studenti di raggiungere il Liceo Scientifico Renato Caccioppoli, l’Istituto Tecnico Economico Ferdinando Galiani, il Liceo Classico Giuseppe Garibaldi e diversi altri plessi situati nella zona del Corso Malta. Una signora dice che ci impiega tre ore per arrivare a Secondigliano da via Foria. Il mancato ripristino della linea 183 è motivato dalla carenza di autobus. Questo ennesimo colpo basso dell’ANM arriva dopo la chiusura del deposito del Garittone, una struttura essenziale per la zona nord di Napoli. Ormai è chiaro che la crisi ANM colpisce soprattutto i cittadini della periferia. E pensare che il sindaco De Magistris parla sempre di diritti, ma evidentemente è tutto fumo e niente arrosto.

Napoli è una delle città più densamente popolate d’Europa: 8.167 abitanti per km/q. Nel capoluogo campano vive il 60% di tutta la popolazione residente in Campania. In condizioni normali il trasporto pubblico sarebbe già complicato, figuriamoci ora con soli 130 autobus operativi su 320. Per fare un confronto, basta dire che nel 2004 gli autobus circolanti erano circa 700. Entro la fine del 2018 dovrebbero arrivare 56 nuovi autobus costruiti dall’azienda Industria Italiana Autobus spa. I primi 20 autobus dovevano essere consegnati all’inizio di questo mese, ma al momento non c’è traccia dei nuovi mezzi. Come già scritto, nel 2019 il trasporto pubblico potrebbe diventare un vecchio ricordo. Alla gara per la liberalizzazione del trasporto locale su gomma non potrà partecipare l’ANM. La privatizzazione del trasporto locale porterà l’ennesimo aumento dei biglietti senza avere la garanzia che il servizio migliori in periferia.

Percorso linea 183:
Staz.: Scampia (M1) -v. Galimberti - v. Labriola - v. Ciccotti - v. Don Guanella - v. Miano - v. Lombardia - v. Gambardella - v. Com. Acquarola - c. Secondigliano - v. le U.Maddalena - v. N. del Campo - v. Don Bosco - p. Carlo III - v. Don Bosco - v. N. del Campo - v. Maddalena - c. Secondigliano - v. Acquarola - v. Gambardella - v. Lombardia - v. Miano - v. Don Guanella - v. Ciccotti - v. Labriola - v. Galimberti - Staz. Scampia (M1)

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Donna intubata sommersa dalle formiche