Fontana Itaca spostata a Scampia?

La rimozione della fontana Itaca da via Scarlatti è diventato una caso politico. L'autore dell'opera chiede i danni al Comune di Napoli e i cittadini del Vomero non la vogliono più. La fontana Itaca potrebbe essere spostata a Scampia.

Fontana Itaca nel 2015A Napoli diventa un caso politico anche la rimozione di una fontana per restauro. L’opera d’arte al centro del dibattito è la fontana Itaca di via Scarlatti realizzata da Maestro Ernesto Tatafiore nel 1999. Da allora non sono state eseguite operazioni di manutenzione sufficienti alla salvaguardia dell’opera. La fontana è stata rimossa il primo settembre in 30 minuti e portata altrove per effettuare urgenti ed improrogabili interventi di pulitura e restauro. L’autore dell’opera ha scatenato la prima polemica. Tatafiore non è stato informato dal Comune di Napoli e per questo motivo chiede un risarcimento.

“La situazione di degrado delle superfici e dell’impiantistica segnalata più volta ha fatto emergere nel tempo numerose criticità tra cui l‘impiantistica elettrica risultante fatiscente, l’assenza di ricircolo dell’acqua comportando consumi significativi fin dalla sua installazione risalente al 1999”. Questa è la risposta data dall’amministrazione comunale. La rimozione della fontana Itaca ha scatenato due opposte tifoserie: quella a favore di quest’opera d’arte contemporanea e quella contraria. La fontana Itaca non è un’opera bella da vedere e qualcuno ha provato quasi sollievo a veder scomparire una fontana che consideravano un obbrobrio. Altri hanno tirato in ballo la famosa discussione sull’arte del film “Il mistero di Bellavista”. Alcuni cittadini del Vomero hanno lanciato una petizione per non rivedere più la fontana Itaca in via Scarlatti.

Dove verrà installata la fontana Itaca?

Lo spostamento è stato definito temporaneo dal Comune di Napoli, in questi giorni però si è parlato anche di una possibile sistemazione della fontana in un luogo diverso dal Vomero. Al di là dei gusti estetici, al di là del piacere e non piacere, la fontana Itaca resta un’opera d’arte che non va buttata in discarica. Alberto Della Sala, librario vomerese di “Io ci sto” e abitante del quartiere Scampia, propone di spostare l’opera restaurata di Tatafiore nel quartiere a nord di Napoli. L’idea piace anche allo scrittore e editore Rosario Esposito La Rossa, fondatore della prima libreria a Scampia. Nel quartiere c’è un gigantesco deserto vuoto di cemento chiamato piazza Giovanni Paolo II. Questo luogo potrebbe essere il luogo ideale per ospitare la fontana Itaca. La decisione finale spetta comunque all’autore dell’opera Tatafiore. Portare la fontana a Scampia servirebbe per far sentire il quartiere meno periferia e più centro di opportunità.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Donna intubata sommersa dalle formiche