Napoli: Scalinata storica chiusa per degrado

La scalinata storica di vico santa Maria delle grazie è stata chiusa per degrado. Il Comune di Napoli ha piazzato la solita rete rossa. La manutenzione ordinaria è diventata un optional.

Scalinata di vico santa Maria delle grazieA Napoli la manutenzione ordinaria è diventata un optional. Strade, verde pubblico, cimiteri e percorsi storici sono in uno stato di vergognoso degrado da quando a Palazzo San Giacomo è arrivata la giunta De Magistris. Alfredo Di Domenico(noto come Bukaman) ha più volte segnalato la mancata manutenzione delle scalinate storiche, tra cui quella di di vico santa Maria delle grazie. Questo percorso turistico collega il tondo di Capodimonte all’entrata di Porta Piccola, una piazza che sta di fronte all’entrata principale del Parco di Capodimonte.

Nel 2017 il “supereroe” segnalò lo stato pietoso in cui versava la scalinata di vico santa Maria delle grazie. La denuncia servì a far muovere gli operai dell’Asia per effettuare la manutenzione straordinaria. Un caso isolato che non ha garantito la salvaguardia del percorso turistico. Un anno dopo la scalinata storica è stata chiusa per degrado. L’installazione della rete rossa(foto) è l’unica cosa che sa fare il Comune di Napoli quando c’è un problema di manutenzione. Cosa è successo? Non bastavano erbacce, siringhe, rifiuti e altre cose schifose(tipo lo sterco umano), ora la scalinata di vico santa Maria delle grazie è pericolosa per la mancanza dei coperchi di tombini e caditoie. Un ladro ignoto ha salvato la faccia alla città. Bukaman ha dichiarato: “Dobbiamo ringraziare il ladro per aver messo fine a questo tour nello scempio. Siamo di fronte all’epilogo di questa triste storia”. C’è da dire che qualche turista spaesato continua ad accedere alla scalinata storica nonostante la rete rossa. Le strade antiche rappresentano un patrimonio culturale della città e dovrebbero essere salvaguardate per farle visitare ai turisti. Ma siamo a Napoli, luogo in cui la manutenzione ordinaria e i servizi sono diventati un optional. Il sindaco Luigi De Magistris è troppo impegnato a raccontare fregnacce, tipo una nuova moneta per Napoli. Quando tornerà sulla terra?

Pubblicato da Alfredo Di Domenico su Mercoledì 5 settembre 2018

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Inps spende 426 milioni per assegni assistenziali agli stranieri

BCE presenta nuove banconote da 100 e 200 euro

Il DDL per tagliare le pensioni d’oro

Lavorare per restare poveri

Debito pubblico Italia problema dal 1981

Istat: Saldo primario Italia a 1,4% del PIL nel 2017