Nave Aquarius porta migranti a Malta

La nave Aquarius torna a girovagare nel Mediterraneo senza una meta. Questa volta sull’imbarcazione ci sono 58 migranti. Le cattive condizioni del mare fanno arrivare l'imbarcazione a Malta.

Nave Aquarius porta migranti a MaltaLa nave Aquarius torna di nuovo al centro del dibattito politico. Lo scorso giugno quest’imbarcazione rimase nel Mediterraneo per diversi giorni con 629 migranti a bordo. La nave ONG di Sos Mediterranee fece scoppiare un caso politico tra Italia e Malta. Tre mesi dopo, la nave Aquarius torna a girovagare nel Mediterraneo senza una meta. Questa volta sull’imbarcazione ci sono 58 migranti soccorsi tra giovedì e sabato al largo della Libia. La nave ONG aveva chiesto alla Francia di aprire il porto di Marsiglia all’Aquarius, ma da Parigi è arrivato un secco no.

Il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire, ha dichiarato: “Ci sono regole europee: una barca che trasporta migranti deve attraccare alla costa europea più vicina, ma oggi non è il porto di Marsiglia quello più vicino”. Questo fa capire che in Unione Europea contano più le regole che la vita delle persone. Per fortuna che in Italia non ci sono più al governo i perbenisti ipocriti del Partito Democratico, ovvero coloro che hanno fatto crescere le persone in povertà assoluta a 5 milioni e allo stesso tempo facevano sbarcare chiunque. I migranti sono un problema a livello UE, non deve essere solo il nostro Paese a sobbarcarsi i costi dell’accoglienza. Questo ancora non è chiaro ai nostri “cugini” della Francia. La ministra francese per gli Affari europei Nathalie Loiseau ha dichiarato: “Oggi l’Europa è 10 volte più solidale di quanto non fosse in precedenza: è il motivo per cui ridiciamo all’Italia che l’idea di chiudere i propri porti a persone in pericolo è contrario al diritto, è contrario all’umanità”. La nave Aquarius è senza bandiera: dopo Gibilterra, anche Panama ha deciso di cancellare l’imbarcazione dai registri navali. La nave ONG ha operato in un’area di ricerca e salvataggio libica, perciò non impegna la responsabilità europea. L’arrivo del maltempo ha fatto trovare una soluzione: i 58 migranti a bordo della nave Aquarius saranno prima portati a Malta, poi da lì trasferiti e ripartiti immediatamente in Francia, Germania, Spagna e Portogallo. L’imbarcazione ha lanciato un SOS a causa delle cattive condizioni del mare con onde di oltre 5 metri. Tutto si risolve se si ragiona con la testa senza seguire le regole fasciste UE.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni