Taglio accise carburanti provoca buco di 4 miliardi

Nel DDL bilancio c'è il taglio delle accise più datate sui carburanti. Il bonus del governo gialloverde provoca un buco di 4,27 miliardi di euro nella case dello Stato. Non sarebbe più opportuno abolire il bollo auto?

CarburantiLe accise sui carburanti hanno garantito nel 2017 introiti per le casse dello Stato per 26,7 miliardi di euro, l’81% della fiscalità energetica(32,7 miliardi). Questa “tassa” mascherata può essere definite il bancomat dell’Italia. Dal 1970 al 2017, infatti, gli italiani hanno versato nelle casse dello Stato 198,1 miliardi di euro nominali. Nel DDL Bilancio dovrebbe essere inserito un taglio delle accise più datate. Lo ha confermato il sottosegretario all’economia Massimo Bitonci in un’intervista al giornale “Il Messaggero”.

Le accise sui carburanti che dovrebbero essere soppresse sono quelle introdotte fino al 1980, vale a dire tutte quelle riunificati dal decreto Dini del 1995 ed entrati nella fiscalità generale. Nella lista ci sono la guerra d’Abissinia(1935), la guerra di Suez(1956), la diga del Vajont(1963), l’inondazione di Firenze(1966), il terremoto del Belice(1969), il sisma del Friuli (1976) e il terremoto dell’Irpinia(1980). Il taglio delle accise porterà un risparmio sui carburanti di 0,113 euro al litro. Non una cifra enorme. Oggi(17 settembre) il prezzo medio della benzina è di 1,685 al litro, mentre quello del diesel è di 1,561. Con il “bonus” del governo gialloverde andremmo a pagare 1,572 per la verde e 1,448 per il gasolio. Il taglio delle accise provoca un buco di 4,27 miliardi di euro nella case dello Stato, soldi che dovranno essere presi da un’altra parte. Il dato esce fuori se prendiamo come riferimento i consumi 2017. Bisogna aggiungere che il minor costo dei carburanti farebbe calare anche il gettito derivante dall’IVA. Vale la pena tagliare le accise per farci risparmiare 0,113 euro al litro? Non sarebbe più utile abolire il bollo auto? Questa tassa regionale costa circa 6,3 miliardi di euro ai poveri automobilisti italiani. Il bollo auto è come il canone TV: si paga in anticipo. Che succede se rottami l’auto? Nulla. Gli automobilisti non potranno richiedere nessun rimborso. La Lombardia è l’unica regione che rimborsa il bollo auto nel caso in cui l’auto venga demolita.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

Carta di identità elettronica alle Poste

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Istat: A rischio povertà una persona su 4