Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2018

Istat: Disoccupazione settembre al 10,1%

Immagine
Oggi(31 ottobre), l’Istat ha pubblicato i dati sul lavoro in Italia. Nel mese di settembre 2018 il tasso di disoccupazione è al 10,1%, in aumento dello 0,3% rispetto al mese precedente e in diminuzione di 1,1 punti percentuali nei dodici mesi. Il numero dei disoccupati, pari a 2.613 mila, aumenta del 3,2% rispetto ad agosto(+81 mila) e cale del 9,9% su base annua(-288 mila). L’aumento della disoccupazione si distribuisce su entrambe le componenti di genere e tutte le classi di età.

De Magistris: Colpa del governo centrale e della protezione civile

Immagine
La quiete dopo la tempesta. A Napoli è comparso un pallido sole dopo la giornata apocalittica di ieri(29 ottobre). Il peggio sembra essere passato, ma resta l’incompetenza dell’amministrazione comunale. La straordinarietà climatica va chiamata in causa solo se si è adempiuto all’ordinario, altrimenti è una scusa per sfuggire alle responsabilità. Il day after è un susseguirsi di scarica barile da parte del sindaco di Napoli.

WWF: -60% di vertebrati dal 1970

Immagine
Tra il 1970 e il 2014 i vertebrati sono diminuiti del 60%. E’ quello che emerge dal rapporto “Living Planet Report 2018” del WWF. L’Indice del Pianeta Vivente(Living Planet Index) è un indicatore dello stato della biodiversità globale che ci segnala quindi lo stato di salute della biodiversità del pianeta Terra. Pubblicato per la prima volta nel 1998, per due decenni ha registrato l’abbondanza di 16.704 popolazioni di oltre 4.000 specie di mammiferi, uccelli, pesci, rettili e anfibi in tutto il mondo.

L’apocalisse a Napoli

Immagine
Il 29 ottobre 2018 è un giorno che non verrà dimenticato dai cittadini di Napoli. Alberi che cadono e cielo arancione, nel capoluogo campano sembrava l’apocalisse. Tutta colpa del vento che si è abbattuto sulla città con raffiche fino a 130 chilometri orari. I centralini dei vigili del fuoco sono presi d’assalto per centinaia di richieste di intervento legate a caduta di alberi o cornicioni pericolanti.

Gasdotto TAP opera irrinunciabile

Immagine
Il governo Conte ha dato il via libera ai lavori per la realizzazione del Gasdotto Trans-Adriatico, conosciuto con l’acronimo inglese TAP. La notizia ha fatto insorgere i movimenti contrari all’opera di Melendugno, paese del Salento scelto per l’approdo del gasdotto. Attivisti No tap hanno strappato la scheda elettorale e bruciato la bandiera del Movimento 5 Stelle. Il motivo? Il M5S si è detto sempre contrario all’opera e questo dietrofront non è piaciuto agli attivisti.

I giovani non hanno voglia di lavorare?

Immagine
In Italia torna il dibattito sulla voglia di lavorare dei giovani. A “Piazza Pulita” è stato ospite l’imprenditore agricolo Maurizio Sassi che si è lamentato di non riuscire a trovare personale italiano. Secondo lui, manca la voglia di lavorare. In studio si è scatenato un dibattito che ha visto protagonisti Corrado Formigli e il senatore del M5S Gianluigi Paragone.

Torna l’ora solare. Risparmiati 111 milioni di euro

Immagine
Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 ottobre 2018 finirà l’ora legale ed entrerà in vigore l’ora solare. Alle 3 del 28 ottobre le lancette dell’orologio andranno sposate indietro di un’ora, cioè alle 2. Gli italiani recupereranno l’ora di sonno persa il 25 marzo scorso. L’ora legale tornerà invece il prossimo 31 marzo 2019. Tuttavia è al vaglio della Commissione Europea la possibilità di abbandonare questo sistema e lasciare a ogni singolo stato la libertà di scegliere quale ora adottare.

Rimpasto nella Giunta del Comune di Napoli

Immagine
Due elementi nuovi nella Giunta del Comune di Napoli. Il rimpasto è stato presentato oggi(26 ottobre) dal sindaco Luigi De Magistris. Due i cambi di assessore: Monica Buonanno al al Lavoro, al Diritto all’abitare e allo Sviluppo della città e Laura Marmorale al Diritto alla cittadinanza, alla Coesione sociale con delega all’immigrazione. Il sindaco De Magistris ha inoltre annunciato che Enrico Panini, assessore al Bilancio, diventa vicesindaco al posto di Raffaele Del Giudice che mantiene la carica di assessore all’Ambiente.

Istat: In 10 anni centomila negozi in meno

Immagine
In dieci anni, tra il 2006 e il 2016, le imprese commerciali che hanno meno di 10 addetti hanno un saldo negativo pari a 100 mila esercizi. E’ quello che emerge da un rapporto dell’Istat. Continua, dunque, il trend negativo, compresi i negozi di quartiere che soffrono da tempo la grande distribuzione. Le mini-imprese osservate nello studio, rappresentano oltre il 90% in termini di numerosità, il 40% del fatturato e il 60% degli addetti totali.

Inps: Reddito di inclusione per un milione di persone

Immagine
Il primo dicembre 2017 è partito il reddito di inclusione(REI), la misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale introdotta dal decreto legislativo n.147 del 15 settembre 2017. Dal 1° gennaio 2018 il REI ha sostituito un’altra misura di contrasto alla povertà, il SIA(Sostegno per l'inclusione attiva). Il reddito di inclusione prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Oggi(25 ottobre) l’Inps ha pubblicato l’Osservatorio statistico sul reddito di inclusione con i dati del periodo gennaio-settembre 2018.

Dal 2021 stop a plastica monouso in UE

Immagine
Il Parlamento europeo ha approvato il divieto di consumare in Unione Europea prodotti di plastica usa e getta a partire dal 2021. Lo stop riguarda posate, piatti, cotton fioc, cannucce, mescolatori per bevande e aste per palloncini. Questi prodotti dovranno essere fabbricati esclusivamente con materiali sostenibili. La relazione che proponeva il divieto è passata con 571 voti favorevoli, 53 contrari e 34 astensioni.

Antitrust multa Apple e Samsung

Immagine
L’Antitrust ha multato Apple e Samsung per aver rilasciato alcuni aggiornamenti del firmware degli smartphone che hanno provocato gravi disfunzioni e ridotto in modo significativo le prestazioni tanto da essere sostituiti. Le due aziende hanno violato gli articoli 20, 21, 22 e 24 del Codice del Consumo dell’Italia. E’ la prima decisione al mondo che colpisce la obsolescenza programmata.

Piano per il lavoro non prevede assunzioni

Immagine
In data 18 ottobre 2018 la Regione Campania ha pubblicato la Manifestazione d’interesse all’iniziativa regionale “Piano per il lavoro”, destinata agli Enti locali della Campania. La finalità è favorire il potenziamento delle capacità istituzionali ed amministrative delle pubbliche amministrazioni locali della regione, attraverso il reclutamento di personale di area D e C(diversi profili) da impegnare nell’amministrazione regionale e negli Enti locali aderenti al progetto.

UE boccia manovra Italia

Immagine
La Commissione UE ha deciso di bocciare il Documento Programmatico di Bilancio(DPB) dell’Italia e di chiederne uno nuovo. La manovra del popolo finisce in un cassetto, tutto questo in nome dei favolosi vincoli dell’Unione Europea. Il nostro Paese avrà tre settimane di tempo per inviare un nuovo documento a Buxelles. E' la prima volta che l’UE chiede di sottomettere di nuovo il documento programmatico di bilancio. Il commissario europeo Moscovici e il vicepremier della Commissione Dombrovskis terranno una conferenza stampa a Strasburgo per illustrare la situazione.

Sassari Primo rimosso dalla rada del porto di Baia

Immagine
La spiaggia del castello di Baia è un posto incantevole a cui si può accedere solo via mare. Chi ha visitato quel luogo, avrà notato una nave mercantile nella rada del porto di Baia a circa un miglio dalla spiaggia. Il relitto si chiama Sassari Primo ed è stato immatricolato in Sardegna. Nel 1985 fu sottoposta a fermo giudiziario per contrabbando di sigarette e confinata nel tratto marino antistante il Castello Aragonese di Baia. Da allora interminabili procedure burocratiche ne hanno reso impossibile la rimozione. Trentatré anni dopo sono iniziati i lavori di rimozione, demolizione e smaltimento della Sassari Primo.

Mimmo Lucano si difende citando il nazismo

Immagine
La Rai è diventato il palcoscenico per la difesa di Mimmo Lucano, il sindaco “sospeso” di Riacearrestato il 2 ottobre 2018 per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’uomo è accusato di aver organizzato matrimoni combinati tra uomini anziani riacesi e donne straniere per favorire illecitamente la permanenza. Lo scorso 16 ottobre, il tribunale del riesame ha revocato la misura degli arresti domiciliari sostituendola con il divieto di dimora a Riace. Mimmo Lucano non ha perso tempo e si è subito presentato da Fabio Fazio a “Che Tempo che Fa”.

Afro-Napoli ha svincolato tutte le calciatrici

Immagine
Si chiude nel peggiore dei modi il “caso” di Titty Astarita, la calciatrice dell’Afro-Napoli esclusa per motivi politici. Ieri(19 ottobre), c’è stato un incontro presso il comitato regionale della FIGC e della Lega Nazionale Dilettanti in cui le parti hanno trovato una soluzione che non cancella la pessima figura fatta dalla società. L’Afro-Napoli ha accolto la richiesta di svincolare l’ex capitano Astarita e l’intero gruppo delle partecipanti al campionato di calcio a 11 femminile.

Moody’s taglia rating Italia a Baa3

Immagine
L’agenzia statunitense Moody’s ha abbassato il rating dell’Italia da Baa2 a Baa3, con outlook stabile. La decisione di tagliare il rating al nostro Paese è legata a un “cambio concreto della strategia di bilancio, con un deficit significativamente più elevato rispetto alle attese”. Moody’s aveva iniziato il suo check up sulla situazione italiana il 25 maggio 2018, due mesi e mezzo dopo le elezioni.

La tariffa unica per l’assicurazione RC auto

Immagine
Le tariffe dell’assicurazione RC auto non sono identiche in tutto le zone d’Italia, ma variano in base alla regione di residenza. I più penalizzati sono i residenti nelle province del Mezzogiorno. In Campania si paga in media 941 euro all’anno per assicurare la propria automobile, mentre in Friuli Venezia Giulia bastano solo 188 euro. Una differenza di 753 euro, non giustificabile dalle “presunte” truffe fatte nel Sud Italia. Il Movimento 5 Stelle vuole abolire questa discriminazione con l’introduzione della tariffa unica per l’assicurazione RC auto.

Muro del bosco di Capodimonte a rischio crollo

Immagine
Il muro storico del bosco di Capodimonte è a rischio di crollo a causa di una perdita d’acqua. A segnalare il pericolo è Alfredo Di Domenico, noto come Bukaman. La parete pericolante è situata vicino all’incrocio tra via Miano e via Capodimonte, quindi rappresenta un serio pericolo per automobilisti e pedoni. Già in passato la parete del bosco di Capodimonte è stata protagonista di questo stesso disagio. Nel marzo 2015 furono installati dei bruttissimi barbacani per la salvaguardia della pubblica incolumità. Le strutture di sostegno ridussero la carreggiata e provocarono gravi conseguenze sulla viabilità del traffico.

La Terra dei Fuochi è arrivata a Milano

Immagine
Un incendio di vaste dimensioni è scoppiato il 14 ottobre 2018 a Bovisasca, nella zona Nord di Milano. Ha preso fuoco un capannone pieno di rifiuti e di plastiche che hanno sprigionato elevate quantità di diossina mettendo a rischio la salute dei cittadini. Sulle cause sono in corso accertamenti, ma il sospetto è che si tratti di rogo doloso come avviene nella Terra dei Fuochi.

Quanto costa mantenere un’auto in Italia?

Immagine
Una delle spese che maggiormente influisce sul bilancio di una famiglia è senza ombra di dubbio quella relativa ai costi per la manutenzione di un’automobile. Le spese inerenti l’assicurazione RC auto, il bollo, il tagliando e, soprattutto, il carburante comportano ogni anno un duro colpo per i portafogli degli automobilisti italiani. Quanto costa mantenere un’auto in Italia? Il sito automobile.it ha risposto a questa domanda con una video infografica.

Caritas: In Italia esercito di poveri

Immagine
La Caritas parla di un esercito di poveri in Italia nel rapporto “Povertà in attesa”. Un problema che non sembra trovare risposte e con storie di allarmante cronicizzazione e multidimensionalità dei bisogni. In Italia il numero dei poveri assoluti continua ad aumentare, passando da 4 milioni 700 mila del 2016 a 5 milioni 58 mila del 2017. Dagli anni pre-crisi ad oggi il numero di poveri è aumentato del 182%, un dato che dà il senso dello stravolgimento avvenuto per effetto della recessione economica.

Vicenda Afro-Napoli diventa caso nazionale

Immagine
L’esclusione di Titty Astarita dall’Afro-Napoli sta facendo ancora discutere. Per chi non lo sapesse, l’Afro-Napoli è un’associazione sportiva nata a Napoli nel 2009 come progetto di inclusione e integrazione per dare voce a un’Italia multietnica. La Astarita era il capitano della squadra femminile ed è stato esclusa per motivi politici. La calciatrice, infatti, è candidata in una lista civica di centrodestra alle elezioni comunali di Marano. Nella coalizione a sostegno della candidato sindaco Rosario Pezzella c’è pure la lista “Noi con Salvini”. E’ bastato questo per scatenare l’indignazione della dirigenza dell’Afro-Napoli.

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Immagine
Continua la campagna anti reddito di cittadinanza ad “Agorà”. Nella puntata del 15 ottobre 2018 Serena Bortone e company hanno invitato Irene Pivetti, che si è fatta notare per il look dell’800 e alcune sciocchezze cosmiche. Per chi non lo sapesse, la Pivetti è la più giovane presidente della Camera della storia italiana, eletta nel 1994 a 31 anni. L’ex esponente della Lega Nord ha fatto 9 anni in Parlamento per maturare un vitalizio di 6.203 euro al mese. Nel 2016 la Pivetti ha dichiarato che andrà in pensione a 60 anni nel 2023, ma il giornale “Il Tempo” scrive che già percepisce il vitalizio d’oro. Non è questo il tema del giorno.

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Immagine
L’Afro-Napoli è una squadra multietnica nata a Napoli nel 2009. L’associazione sportiva dilettantistica ha debuttato in questa stagione nel campionato Eccellenza. Non è stato questo evento a fare notizia, ma il razzismo al contrario fatto dalla dirigenza nei confronti di Titty Astarita, capitana della formazione femminile dell’Afro-Napoli. La calciatrice è stata messa fuori rosa. Il motivo? Si è candidata al Consiglio comunale di Marano in una lista civica di centrodestra collegata a Matteo Salvini.

Bankitalia: Debito pubblico a 2.326,5 miliardi di euro

Immagine
La Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. Ad agosto 2018 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.326,5 miliardi di euro, in calo di 15,5 miliardi rispetto ai 2.341,7 di luglio 2018. L’aumento da fine 2017, quando il debito si è attestato a 2.263 miliardi, è stato di 63,5 miliardi con un incremento del 2,8%.

Cgia: Sud peggio della Grecia

Immagine
L’Italia continua ad essere un Paese spaccata a metà. E’ quello che emerge da un rapporto della Cgia di Mestre. Il Nord corre e seppur con difficoltà tiene il passo della Germania, il Sud ha invece una situazione socio-occupazionale addirittura peggiore della Grecia. La produttività del lavoro(valore aggiunto per occupato in euro) è l’unico indicatore positivo fra i 10 presi in esame: sia Nord che Sud Italia hanno la meglio sulla media tedesca e greca.

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Immagine
Dopo 25 anni di attesa anche Napoli avrà l’impianto di cremazione. Si è conclusa oggi(12 ottobre) con esito positivo la conferenza dei servizi per l’adozione dell’autorizzazione unica ambientale per l’esercizio dell'attività di forno crematorio ubicato nel Comune di Napoli in via Santa Maria del Pianto. La prima pietra dell’impianto di cremazione era stata posata nel 1993, mentre il primo forno(denominato Zeus) è arrivato nel 2016. L’autorizzazione unica ambientale era indispensabile per la messa in funzione del forno crematorio.

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi

Immagine
Nel 2016 l’economia sommersa e derivante da attività illegali(prostituzione, droga, contrabbando) vale 209,8 miliardi di euro, pari al 12,4% del PIL dell’Italia. A riferirlo è l’Istat nel rapporto “Economia non osservata nei conti nazionali”. Il valore aggiunto generato dalla sola economia sommersa ammonta a 191,8 miliardi di euro, quello connesso alle attività illegali(incluso l’indotto) a 17,9 miliardi di euro. Le stime al 2016 confermano la tendenza alla discesa dell’incidenza della componente non osservata dell’economia sul PIL dopo il picco del 2014(13,1%). Si riscontra infatti un’ulteriore diminuzione dello 0,2% dopo quella di 0,5 punti registrata nel 2015.

Italia con rapporto debito/PIL oltre 100% da 10 anni

Immagine
L’indicatore denominato debito/PIL è quel rapporto tra il debito pubblico e il Prodotto interno lordo di un Paese. Tenere questo rapporto entro il 60% è uno dei parametri che deve essere rispettato dai Paesi dell’Unione Europea. Il deficit pubblico misura, invece, la differenza tra il gettito in entrata e le spese pubbliche sostenute e che, secondo i parametri UE, deve rimanere al di sotto del 3% del PIL. L’Italia ha sforato il 3% tre volte negli ultimi 10 anni.

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni

Immagine
L’indicatore denominato deficit/PIL è quel rapporto tra entrate e uscite e il Prodotto interno lordo di un Paese. Tenere questo rapporto sotto il 3% è uno dei parametri che deve essere rispettato dai Paesi dell’Unione Europea. Il vincolo è stato recentemente modificato, con la concessione di flessibilità in presenza di recessione, ma con la richiesta, da parte dell’Europa, di un miglioramento e una diminuzione di tale rapporto verso il pareggio se il PIL cresce. La manovra del governo Lega-Movimento 5 Stelle prevede un deficit per l’Italia del 2,4% nel 2019. E’ bastato questo per scatenare i media e i politici dell’opposizione, in particolare gli esponenti del Partito Democratico.

Serra è tornato in Italia con flat tax del PD

Immagine
Davide Serra è tornato in Italia dopo aver preso il passaporto britannico e aver vissuto e lavorato per due decenni a Londra. Ha approfittato dellaflat tax per ricchi stranieri introdotta dal governo Gentiloni nel 2017. Venerdì 15 giugno 2018, Serra ha trasferito in Italia il suo domicilio come altri 150 manager, finanzieri, imprenditori, professionisti, artisti, calciatori(tra i quali il fuoriclasse Cristiano Ronaldo). Questi ricchi privilegiati verseranno al fisco solo 100 mila euro all’anno grazie alla tassa fissa introdotta dal PD. Chi è Davide Serra?

PalArgento è un rudere abbandonato

Immagine
Due tribune laterali circondate da erbacce. Sembrano i resti di un Palazzetto dello sport in una città bombardata, ma non è così. Siamo a Napoli, esattamente nel quartiere Fuorigrotta. In questo quartiere sorge(o meglio dire sorgeva) il Palazzetto dello sport Mario Argento o PalArgento. Inaugurato nel 1963 in occasione dei Giochi del Mediterraneo, la struttura oggi è un rudere abbandonato distrutto dalla burocrazia.

Il ladro di anime

Immagine
Il ladro di anime” è un libro di Sebastian Fitzek e pubblicato da Elliot. Lo scrittore è nato a Berlino nel 1971 ed è autore di una serie di romanzi(genericamente definibili psychothriller) di incredibile successo. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. “Il ladro di anime” è il secondo romanzo dello scrittore tedesco. Il libro è stato pubblicato nel 2009. Non avevo mai letto un libro di questo scrittore ed è stata una piacevole scoperta grazie al disinteressato “regalo” di un amico.

Terremoto di magnitudo 4.6 a Catania

Immagine
Alle 2.34 c’è stata una scossa di terremoto di magnitudo 4.6 in provincia di Catania, in Sicilia. L’epicentro è stato localizzato tra i comuni di Biancavilla, Santa Maria di Licodia, Adrano, Ragalna, Paternò e Belpasso. L’ipocentro è stato localizzato a 6 km di profondità. La scossa è stata avvertita in tutta la provincia di Catania, oltre che a Siracusa, Enna, Messina. Il terremoto ha fatto crollare i cornicioni nella chiesa di Santa Maria di Licodia, a Palazzo Ardizzone, ex sede del municipio, e in antiche case rurali ma secondo i primi rilievi non ci sono danni strutturali.

Toyota richiama 2,43 milioni auto ibride

Immagine
La Toyota ha annunciato il richiamo di 2,43 milioni di auto con motore ibrido in tutto il mondo per problemi di sicurezza. La decisione giunge a un mese di distanza dall’altro richiamo di oltre un milione di veicoli con la stessa tecnologia. Le automobili hanno un malfunzionamento che potrebbe causare rischi di incidente. I modelli coinvolti nel richiamo sono Prius e Auris, fabbricate in un periodo di tempo che va dall’ottobre del 2008 al novembre del 2014.

Spread in crescita e conseguenze

Immagine
Negli ultimi mesi lo spread dell’Italia è tornato a crescere, anche se non ai livelli record del 2011. Il differenziale Btp-Bund era a 163 punti il 2 gennaio 2018. Nella seduta di oggi(3 settembre) lo spread è a 285 punti. Nell’arco di dieci mesi è aumentato di 122 punti. Il 2 ottobre 2018 il differenziale ha toccato quota 302 punti con i rendimenti dei Btp a 10 anni al 3,4%, come non accadeva dal 2014. E’ bastato questo per scatenare alcuni media, i quali hanno iniziato l’operazione terrore. Da alcuni mesi Matteo Renzi e Dario Nardella stanno facendo girare la notizia che una crescita dello spread avrà un impatto sulle rate dei mutuatari. E’ una notizia falsa.

A Napoli torna l’incubo colera

Immagine
Quarantacinque anni dopo torna a Napoli l’incubo colera. Nel capoluogo campano sono stati registrati due casi di colera, in una donna e nel figlio di due anni, immigrati e residenti a Sant’Arpino. Erano di ritorno dal Bangladesh. Lo rende noto l’ospedale Cotugno dove sono ricoverati. Non destano preoccupazioni le condizioni della donna, mentre sono più serie quelle del piccolo.

Napoli: Centro municipale per cani resta chiuso

Immagine
Il Comune di Napoli ha il primo centro municipale per cani abbandonati in via Janfolla dopo circa 15 anni di attesa. La struttura è stata inaugurata in pompa magna dal sindaco Luigi De Magistris lunedì scorso. I cani abbandonati potranno essere accolti, curati e in seguito affidati a delle famiglie dopo un percorso di conoscenza e relazione. Il centro municipale per cani abbandonati sarà gestito dal Comune di Napoli in sinergia con l’ASL e l’Università Federico II e potrà accogliere 100 cani.

Sindaco di Riace arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

Immagine
Riace è una cittadina calabrese che negli ultimi anni ha accolto oltre 6 mila richiedenti asilo proveniente da 20 nazioni diverse. Nel borgo calabrese si pratica il sistema dell’accoglienza diffusa, con i migranti ospitati in appartamenti indipendenti. Il sindaco Domenico Lucano è stato inserito dalla rivista “Fortune” tra le 50 personalità più influenti del mondo nel 2016. La Rai ha persino prodotto una fiction(momentaneamente sospesa) interpretata da Beppe Fiorello e incentrata sulla figura di Lucano. Peccato che questo modello era in parte fasullo.

Emergenza rifiuti a Scampia

Immagine
Torna l’emergenza rifiuti a Napoli. Anzi no. I cumuli di spazzatura sono presenti solo a Scampia, dove la raccolta non viene fatta da diversi giorni. Nell’immagine potete guardare quello che vede un automobilista percorrendo via Napoli Roma verso Scampia. La foto è stata scattata oggi(1 ottobre) da Alfredo Di Domenico, noto come Bukaman. I cumuli di spazzatura sono presenti in quasi tutte le vie della zona a nord di Napoli.

Sbarchi migranti in calo del 80,10%

Immagine
Continua a calare l’esodo di profughi dall’Africa verso l’Italia. Dal primo gennaio 2018 al 1 ottobre 2018 sono stati 21.041 i migranti giunti sulle coste italiane, -80,10% rispetto al 2017. Nello stesso periodo dello scorso anno, infatti, sbarcarono 105.737 persone. I dati sono forniti dal ministero dell’Interno. Prosegue il trend iniziato a luglio 2017 con l’entrata in vigore del codice di condotta per le Organizzazioni Non Governative(ONG) nel Mediterraneo.

Istat: Disoccupazione agosto al 9,7%

Immagine
Oggi(1 ottobre), l’Istat ha pubblicato i dati sul lavoro in Italia. Nel mese di agosto 2018 il tasso di disoccupazione è al 9,7%, in calo dello 0,4% rispetto al mese precedente¹ e di 1,6 punti percentuali nei dodici mesi. E’ il valore più basso da gennaio 2012. Il numero dei disoccupati, pari a 2.522 mila, cala del 4,5% rispetto a luglio(-119 mila) e del 14,8% su base annua(-438 mila). Il calo della disoccupazione riguarda entrambi i generi e tutte le classi di età. Il calo della disoccupazione si distribuisce su entrambe le componenti di genere e tutte le classi di età. Il dato è legato alla crescita di occupati e all’aumento degli inattivi.