L’apocalisse a Napoli

Alberi che cadono e cielo arancione, a Napoli oggi sembrava l’apocalisse. Uno studente universitario di 21 anni è morto a Fuorigrotta. Il forte vento ha causato danni in tutta la città. Domani scuole chiuse.

Albero caduto in via ClaudioIl 29 ottobre 2018 è un giorno che non verrà dimenticato dai cittadini di Napoli. Alberi che cadono e cielo arancione, nel capoluogo campano sembrava l’apocalisse. Tutta colpa del vento che si è abbattuto sulla città con raffiche fino a 130 chilometri orari. I centralini dei vigili del fuoco sono presi d’assalto per centinaia di richieste di intervento legate a caduta di alberi o cornicioni pericolanti.

Un morto è il bilancio provvisorio della giornata apocalittica. Uno studente universitario di 21 anni della provincia di Caserta stava camminando a piedi in via Claudio, nel quartiere di Fuorigrotta, quando è stato investito da un albero sradicato dal forte vento. I carabinieri, dopo una segnalazione, lo hanno trovato esamine al suolo. Inutile la corsa in ospedale, dove è giunto morto. Mentre il sindaco De Magistris è impegnato a risolvere i problemi della fame nel mondo un ragazzo di 21 anni muore schiacciato da un albero. Vi sembra normale? A pochi metri di distanza dalla tragedia, a piazzale Tecchio, un albero è caduto su un auto in transito. Albero caduto vicino all'ospedale CardarelliL’automobilista è stato trasportato dai sanitari del 118 all’ospedale San Paolo di Napoli, dove è stato ricoverato in gravi condizioni. Tra i quartieri di Pianura e Quarto un altro albero è caduto su un’auto e due persone sono rimaste ferite. Un albero è caduto pure a pochi dall’ospedale Cardarelli. La straordinarietà va chiamata in causa solo se si è adempiuto all’ordinario, altrimenti è una scusa per sfuggire alle responsabilità. Il Comune di Napoli non effettua la manutenzione da anni ed era prevedibile che prima o poi sarebbe cascato tutto. Gli alberi vanno potati con regolarità, qualcuno dovrebbe avvertire i “cervelloni” di palazzo San Giacomo. Come andrà a finire? L’amministrazione De Magistris farà un task force per tagliare tutti i pini presenti in città. Il forte vento ha causato molti disagi all’aeroporto di Capodichino, dove alcuni voli sono stati dirottati in altri scali per motivi di sicurezza. Nell’arco di diverse ore un solo aereo è partito e un altro è atterrato.

Domani a Napoli scuole chiuse per verifiche

E’ in via di pubblicazione un’ordinanza sindacale che prevede la chiusura per la giornata di domani30 ottobre di tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado. Lo ha disposto il Sindaco Luigi de Magistris per consentire l’esame dei notevoli danni della non prevista, nella sua eccezionalità, ondata di maltempo, tenuto conto della sola allerta gialla, criticità ordinaria, diramata dalla competente protezione civile. In questa fase sarà coinvolta l’intera filiera della sicurezza nelle scuole(dai dirigenti scolastici, attraverso i loro responsabili alla sicurezza dei plessi, ai servizi tecnici delle Municipalità, alla protezione civile). Nell’ordinanza sindacale che sarà pubblicata nelle prossime ore si sottolinea l’esigenza della chiusura delle scuole, anche alla luce delle prevedibili difficoltà nella viabilità a causa dei danni registrati in molte strade cittadine.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia