Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2018

Asia vuole realizzare un impianto di rifiuti a Scampia

Immagine
L’emergenza rifiuti in Campania è tornata alla ribalta sui media nazionali. Da alcuni giorni c’è un bombardamento continuo sui telegiornali Rai e Mediaset sull’utilità dei termovalorizzatori per risolvere definitivamente il problema. L’impiantistica sui rifiuti è il prossimo obiettivo, ma per il momento non prevede gli inceneritori auspicati dal ministro Salvini. Ogni volta si pensa a Scampia per realizzare un impianto di rifiuti. Ormai il quartiere a nord di Napoli è considerato una discarica dove metterci solo la munnezza. Ma andiamo con ordine.

Nave Aquarius sequestrata per smaltimento illegale di rifiuti

Immagine
Dopo alcuni mesi si torna a parlare della nave Aquarius. La scorsa estate all’imbarcazione della ONG Medici Senza Frontiereè stato vietato di approdare in un porto italiano per “scaricare” i migranti salvati nel mar Mediterraneo. Oggi(20 novembre) la nave Acquarius è finita sotto sequestro per smaltimento illegale di rifiuti infettivi. 24 gli indagati, tra cui i centri operativi di Bruxelles e Amsterdam che coordinano le navi Aquarius e Vos Prudence. Sequestrati anche 460 mila euro. Una brutta storia che conferma i pericoli che derivano dall’accoglienza indiscriminata senza controllo e senza regole.

Bankitalia: Debito pubblico a 2.331,2 miliardi di euro

Immagine
La Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. A settembre 2018 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.331,2 miliardi di euro, in aumento di 4,7 miliardi rispetto ai 2.326,5 di agosto 2018. L’aumento da fine 2017, quando il debito si è attestato a 2.263 miliardi, è stato di 68,2 miliardi con un incremento del 3%.

Musk lancerà 7.518 satelliti per internet

Immagine
L’accesso a Internet e la libertà di espressione online sono diritti umani fondamentali. Lo ha dichiarato il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite il 5 luglio 2012. Peccato che ci sono molte zone in Italia e nel mondo in cui questo diritto non viene garantito. Le zone in cui le infrastrutture per la banda larga sono inesistenti e nelle quali è poco probabile che le stesse saranno sviluppate nel prossimo futuro sono definite aree bianche. Il problema potrebbe essere superato grazie a Elon Musk con un un nuovo programma avveniristico per portare internet anche nelle aree più remote del mondo.

Terremoto di magnitudo 4.2 a Rimini

Immagine
Alle 13.48 c’è stata una scossa di terremoto di magnitudo 4.2 nella zona di Rimini, in Emilia Romagna. L’epicentro è stato localizzato tra i comuni di Santarcangelo di Romagna(RN), Rimini, San Mauro Pascoli(FC), Savignano sul Rubicone(FC), Bellaria-Igea Marina(RN) e Gatteo(FC). L’ipocentro è stato localizzato a 43 km di profondità. La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione: tante le telefonate ai Vigili del Fuoco di Rimini, ma finora non si registrano danni a persone o immobili. Il sisma è stato avvertito anche nel nord delle Marche e nel sud del Veneto.

Salvini prosegue linea Renzi sui termovalorizzatori

Immagine
La visita di Matteo Salvini a Napoli ha scatenato nuovamente il dibattito sui termovalorizzatori. Il ministro dell’Interno afferma che sono essenziali per superare definitivamente l’emergenza rifiuti. “Ho trascorso la giornata a Napoli, tutti erano molto preoccupati per la salute. No agli inceneritori? Devi fare delle strutture. Con la differenziata sei indietro. Chi dice sempre e solo dei no provoca roghi tossici e malattie”. Questo è quello che ha detto Salvini prima della registrazione di “Nemo-Nessuno escluso”. Nel mese di ottobre 2018 la percentuale di raccolta differenziata a Napoli ha superato il 38%.

I nuovi autobus ANM a Napoli

Immagine
I nuovi autobus dell’Azienda Napoletana Mobilità(ANM) sono in circolazione per le strade di Napoli da alcuni giorni. Comune di Napoli e Industria Italiana Autobus spa hanno firmato il contratto per l’acquisto di 56 nuovi autobus lo scorso maggio con un investimento totale di quasi 15 milioni di euro. L’acquisto dei nuovi autobus è stata resa possibile grazie alle risorse messe a disposizione PON Metro 2014-2020, cofinanziato dall’Unione Europea e volto allo sviluppo urbano sostenibile. I primi pullman dovevano essere consegnati per l’inizio delle scuole, ma non è il caso di sottilizzare.

Birra Napoli si produce a Roma

Immagine
Bottiglia con etichetta azzurra ed i nomi dei quartieri napoletani: la Birra Peroni Napoli torna in commercio e si presenta come un omaggio alla città. Gli ingredienti, grano duro e malto d’orzo, sono esclusivamente campani e di alta qualità. La presentazione è avvenuta alla presenza del sindaco Luigi De Magistris. Una birra che in realtà nasce già nel lontano 1919, quando le antiche birrerie meridionali cominciarono a produrla. Peccato che oggi questa birra non ha nulla di Napoli, visto che viene prodotta a Roma. Ma andiamo con ordine. L’azienda Peroni nasce nel 1846 a Vigevano per iniziativa di Francesco Peroni. Nei successivi anni vengono aperti stabilimenti a Roma, Bari e Padova.

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Immagine
L’Unione Europea non stampa soldi, ma si tiene in piedi grazie alle tasse pagate dai cittadini europei. I contributi UE versati dall’Italia sono diventati il tema di discussione del programma “Agorà”. Il nostro Paese rischia una procedura di infrazione per il deficit al 2,4% previsto dalla manovra. Il parlamentare della Lega, Claudio Borghi, trova assurda questa cosa e menziona i contributi a “perdere” versati dall’Italia per il fondo UE. A questo punto interviene il giornalista Bruno Manfellotto con una colossale fake news. L’editorialista del settimanale “L’Espresso” sostiene che l’Italia incassa più soldi di quello che spende per l’UE.

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia

Immagine
La beneficenza è il business più redditizio del ventunesimo secolo. Molte persone fanno donazioni ad organizzazione private per mettersi l’anima in pace e credendo di aiutare i poveri del mondo, non sanno che solo una parte di quei soldi finiscono all’obiettivo dell’iniziativa. Negli ultimi mesi la beneficienza si è diffusa anche su Facebook, con sempre più utenti che lanciano campagne nel giorno del proprio compleanno. Pensavo che fossero solo i privati a lucrare sulla bontà delle persone, oggi scopro che anche la Francia ha un bel sistema per mettere in ordine i suoi conti.

TAV Torino-Lione

Immagine
La TAV Torino-Lione è tornata al centro del dibattito politico in Italia. Cosa sappiamo di quest’opera? La nuova linea ferroviaria Torino-Lione è parte integrante del “Corridoio Mediterraneo”, una delle nove reti TEN-T, la futura “metropolitana d'Europa”. La TAV Torino-Lione sarà una linea per merci e passeggeri che si estenderà per circa 270 km, di cui il 70% in Francia e il 30% in Italia. Nel corso del tempo il progetto ha subìto molte trasformazioni, ma uno dei punti rimasti immutati è la realizzazione di una nuova galleria di base di 57 km a doppia canna, ovvero con due tunnel a binario semplice, fra la valle di Susa, in Italia, e la Moriana, in Francia.

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Immagine
Il giornalistaFederico Ruffo è stato vittima di un tentato attentato incendiario nella sua abitazione di Ostia. Una croce con vernice rossa sul muro accanto alla porta di casa e liquido infiammabile in più punti sul pianerottolo dell’appartamento, con l’apparente intento di darlo alle fiamme. Gli attentatori poi sono fuggiti disturbati dal cane di Ruffo. Il grave episodio si è verificato due notti fa ed è un chiaro avvertimento per il giornalista Rai.

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Immagine
Luigi De Magistris vive in un mondo tutto suo. Ieri(12 novembre) il sindaco di Napoli è andato a Roma per “arruolare” uno scarto del M5S e per “svelare” la cura definitiva contro la depressione. Tutto questo è stato fatto durante la conferenza stampa sui beni comuni ed il recupero di luoghi abbandonati. Quest’ultima cosa è quasi un controsenso considerando le condizioni in cui versano diverse zone di Napoli. Ma andiamo con ordine.

Sgomberato Baobab di Roma

Immagine
L’arrivo indiscriminato di migranti in Italia ha provocato la nascita di parecchi campi abusivi nelle periferie delle città, lontano da quartieri benestanti. I campi abusivi sono zone franche dove ognuno fa quello che gli pare. Il governo gialloverde ha deciso di eliminare questi luoghi di degrado che provocano tanti disagi ai cittadini residenti nelle zone circostanti. Blindati delle forze dell’ordine si sono presentati al presidio Baboab, il campo che accoglie migranti, vicino alla stazione Tiburtina, per sgomberare le 200 persone presenti.

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Immagine
I cittadini pagano le tasse per ricevere in cambio i servizi. Questo solo sulla carta, perché a Napoli le periferie sono abbandonate a loro stesse. La pulizia ordinaria del verde è diventata un optional con la giunta arancione guidata dal sindaco Luigi De Magistris. Nel rione Monterosa ci sono quattro pinete che da alcuni anni diventano delle giungle per l’assenza di un programma di manutenzione. L’ultima pulizia generale è stata fatta lo scorso luglio. Quattro mesi dopo sono ritornate le erbacce e un problema noto da anni: gli alberi pericolanti.

Donna intubata sommersa dalle formiche

Immagine
Scena da paese del terzo mondo in un ospedale di Napoli. In un video diffuso su Facebook si nota una donna intubata sommersa dalle formiche. Il grave episodio di malasanità è avvenuto nell’ospedale San Giovanni Bosco. La diffusione del video ha fatto esplodere il “caso”. I carabinieri dei Nas hanno sigillato la stanza: le formiche sarebbero entrate da una crepa nel muro attirati da soluzione al glucosio. Aperta un’indagine interna.

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Immagine
Il divario tra chi ha redditi alti e bassi in Italia è molto più ampio che nel resto d’Europa. E’ quello che emerge da un rapporto Eurostat. Nel 2017 nel nostro Paese il 10% della popolazione con i redditi più bassi può contare solo sul 2% del reddito complessivo, contro il 2,8% della media europea. La stessa percentuale della popolazione nel 2016 contava sull’1,8%  del reddito complessivo. Nel 2008 era il 2,6%.

Bankitalia: In calo sofferenze bancarie

Immagine
Le sofferenze detenute dalle banche italiane sono diminuite del 22,7% su base annua a settembre 2018 per effetto di alcune operazioni di cartolarizzazione. E’ quello che emerge dal rapporto “Banche e moneta: serie nazionali” pubblicato oggi(9 novembre) dalla Banca d’Italia. Le sofferenze bancarie sono calate del 20,8% rispetto ad agosto 2018. I crediti in sofferenza sono quelli erogati dalle banche a soggetti che diventati insolventi. Questi crediti fanno parte degli NPL, cioè i non performing loans. Secondo quanto riportato nel bollettino mensile di Bankitalia a settembre 2018 l’ammontare delle sofferenze bancarie lorde era sceso a 122,5 miliardi di euro.

Migranti aggrediscono troupe Rai

Immagine
“I migranti ci servono per pagare le pensioni degli italiani”. Questo è il ritornello che sentiamo spesso sui media e ripetuto più volte anche dal presidente dell’Inps Tito Boeri. La teoria potrebbe essere valida se in Italia si facesse una “selezione” degli ingressi e non un’accoglienza indiscriminata. La verità è che il “prodotto” migrante è servito per arricchire gli “amici degli amici”(associazioni, cooperative etc…) con la finta accoglienza. Questa cosa, purtroppo, sta creando una bomba sociale nei quartieri(soprattutto in periferia) dimenticati dallo Stato.

Il caso della stazione Hirpinia dell’Alta Velocità Napoli-Bari

Immagine
La linea dell’Alta Velocità Napoli-Bari faciliterà gli spostamenti dal capoluogo pugliese verso Napoli e Roma. L’opera, dal costo complessivo stimato di circa 6,2 miliardi di euro, rientra tra quelle inserite nella legge “Sblocca Italia” ed è parte integrante del Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia-Mediterraneo. La nuova linea servirà anche per dare un senso alla bellissima stazione di Afragola. Nel 2026, alla conclusione dei lavori, sarà possibile andare da Bari a Napoli in 2 ore e fino a Roma in 3 ore.

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Immagine
Dopo 158 anni chiude la storica fabbrica Pernigotti a Novi Ligure(Alessandria). La proprietà ha comunicato la notizia alla Cgil, Cisl e Uil. La Pernigotti è un’azienda italiana specializzata nella produzione di gianduiotti, torroni, uova di pasqua e preparati per gelato. I sindacati definiscono l’atteggiamento “scandaloso”. Il motivo? La Pernigotti continuerà a produrre negli altri due stabilimenti in Turchia. In poche parole i proprietari hanno deciso di chiudere i battenti solo in Italia. Prima di andare avanti, facciamo un breve riepilogo.

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Immagine
La “liberazione” del lungomare di Napoli dalle auto è stata una delle poche cose buone fatte dal sindaco Luigi De Magistris. Peccato che non sia stata accompagnata da azioni di salvaguardia del luogo turistico. In poche parole manca la manutenzione ordinaria e delle volte pure quella straordinaria. Chi fa una passeggiata sul lungomare di Napoli noterà reti arancioni per delimitare le balaustre pericolanti, segnalate tre anni fa da Alfredo Di Domenico(noto come Bukaman) e da questo blog. La pavimentazione sui marciapiedi è in uno stato pietoso, con piastrelle mancanti in diversi punti.

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?

Immagine
L’Italia è stata flagellata da un’ondata di maltempo che ne ha cancellato parte del patrimonio boschivo e provocato diverse frane. Pesante il bilancio delle vittime e dei danni: in una settimana si contano 30 morti in tutto il Paese, 12 dei quali in Sicilia. In Italia si è investito poco o nulla per il dissesto idrogeologico, un problema noto da anni e che riguarda oltre 7 milioni di italiani che risiedono in territori a rischio per alluvioni o frane. Nel nostro Paese si è solo bravi a fare inutili polemiche. La Stampa e Avvenire scrivono che il governo Conte ha detto no al prestito della Banca europea degli investimenti(BEI) messo a disposizione per il dissesto idrogeologico.

Coldiretti: 7 milioni di italiani in aree a rischio idrogeologico

Immagine
Oltre 7 milioni di italiani risiedono in territori a rischio idrogeologico per alluvioni o frane che interessano il 91% dei comuni. L’Italia è tra i 10 Paesi più colpiti al mondo per alluvioni, tempeste, ondate di calore e terremoti. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti. Non è una novità. Già nel 2010 il Consiglio nazionali dei Geologi(Cng) e il Cresme lanciò l’allarme sui cittadini residenti in zone ad alto rischio idrogeologico. In Sicilia, colpita duramente dal maltempo, si trovano aree a rischio nel 92,3% dei comuni, ma la percentuale sale al 100% per regioni come Valle D’Aosta, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Molise, Basilicata e Calabria.

Pulvis et umbra

Immagine
Pulvis et umbra” è un libro di Antonio Manzini e pubblicato da Sellerio. Lo scrittore è nato a Roma nel 1964. Attore e sceneggiatore, Antonio Manzini ha esordito nella narrativa con il racconto scritto in collaborazione con Niccolò Ammaniti per l’antologia “Crimini”. Del 2005 il suo primo romanzo, “Sangue marcio”. Dai romanzi di Manzini è tratta la serie televisiva “Rocco Schiavone”. “Pulvis et umbra” arriva in libreria nel 2017 ed è la decima opera dello scrittore italiano, la sesta della serie di Rocco Schiavone.

Sbarchi migranti in calo del 80,27%

Immagine
Continua a calare l’esodo di profughi dall’Africa verso l’Italia. Dal primo gennaio 2018 al 2 novembre 2018 sono stati 22.031 i migranti giunti sulle coste italiane, -80,27% rispetto al 2017. Nello stesso periodo dello scorso anno, infatti, sbarcarono 111.659 persone. I dati sono forniti dal ministero dell’Interno. Prosegue il trend iniziato a luglio 2017 con l’entrata in vigore del codice di condotta per le Organizzazioni Non Governative(ONG) nel Mediterraneo.

I roghi di rifiuti nella Terra dei Fuochi

Immagine
La Terra dei Fuochi continua a bruciare tra l’indifferenza generale. Un incendio è divampato nello Stir di Santa Maria Capua Vetere(Caserta) e ha bruciato i rifiuti ammassati nell’impianto di smaltimento. L’incendio si è sviluppato quando l’impianto era a chiuso e sono stati i guardiani a lanciare l’allarme. E’ un altro disastro ambientale, una settimana fa era andato a fuoco lo stabilimento Lea a Marcianise. Lo Stir di Santa Maria Capua Vetere è collocato di fronte al carcere, nella zona di San Tammaro. In linea d’aria è a neanche un chilometro di distanza da Marcianise. Sul posto sono intervenute squadre di vigili del fuoco da tutta la provincia di Caserta, da Napoli e anche da Frosinone.

Giro d’Italia 2019 senza Sud

Immagine
Ieri(31 ottobre) a Milano è stato presentato il Giro d’Italia 2019. L’edizione numero 102 ha un percorso di 3.518,5 chilometri con 46.500 metri di dislivello e avrà un unico sconfinamento nella Repubblica di San Marino. Tre le cronometro, sei le tappe di bassa difficoltà adatte ai velocisti e ben sette arrivi in salita. Il percorso del Giro 2019 ha tagliato fuori il Sud: solo una tappa arriva fino a San Giovanni Rotondo(Foggia). Sembra incredibile, ma il percorso ha scatenato le polemiche politiche. Il consigliere regionale della Campania, Francesco Emilio Borrelli, ha dichiarato: “È inaccettabile che ci sia un’unica tappa che coinvolge il Sud, quella che raggiunge San Giovanni Rotondo in Puglia, mentre sono del tutto escluse le altre regioni del Mezzogiorno”.

Evasori Tari nel mirino del Comune di Napoli

Immagine
La tassa sui rifiuti(Tari) è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre i rifiuti medesimi. La Tari è tra le tasse più evase in Italia con una famiglia su cinque che non la paga(20%), comportando un ammanco nelle casse dei Comuni per 1,8 miliardi di euro. Per questo motivo gli evasori della Tari finiscono nel mirino dei 7.982 comuni italiani.