Btp Italia si ferma a 2,1 miliardi

Sono deludenti i risultati della quattordicesima emissione del Btp Italia, il titolo indicizzato all’inflazione italiana. Sono stati raccolti 2,1 miliardi di euro, il secondo peggior dato di sempre.

Btp-ItaliaUn autentico flop si è rilevata la prima raccolta Btp Italia sotto il governo Lega-Movimento 5 Stelle. Al termine della terza giornata, che chiude la fase di collocamento alla clientela retail, le richieste si fermano a 140,6 milioni di euro, dopo i 481 milioni del primo giorno e i 241,3 milioni del secondo. In tre giorni la domanda è stata di 862,9 milioni, il peggior risultato di sempre del titolo sul mercato retail. Il dato è al di sotto degli oltre 4 miliardi di euro raccolti nell’ultima edizione di maggio 2018.

Oggi(22 novembre), il collocamento è stato rivolto alle banche e agli investitori istituzionali. Anche con il loro apporto(1,3 miliardi), l’esito è stato una vera delusione: la raccolta della 14esima edizione del Btp Italia indicizzato all’inflazione italiana ha totalizzato 2,16 miliardi di euro. Si tratta del secondo peggior risultato di sempre dopo quello del giugno 2012, quando la soglia si fermò a 1,7 miliardi. Il record di richieste risale al novembre del 2013 quando gli ordini toccarono i 22,2 miliardi. I Btp Italia sono i primi titoli di Stato indicizzati all’inflazione italiana, con cedole semestrali e durata pari a 4, 6 e 8 anni, pensati soprattutto per le esigenze dei risparmiatori e degli investitori retail. Il Btp Italia garantisce un rendimento minimo garantito annuo, pari all’1,45%, corrisposto attraverso due cedole semestrali, con il capitale investito rivalutato al tasso di inflazione. I titoli collocati in questa emissione hanno scadenza 26 novembre 2022. Il titolo prevede poi un premio del 4 per mille per gli investitori che mantengono il titolo fino alla scadenza. I Btp Italia sono stati lanciati per la prima volta il 19 marzo 2012 dal MEF per le esigenze del pubblico retail e per il risparmiatore attento a conservare il proprio potere di acquisto. Nei tre collocamenti del 2012 furono raccolti 27 miliardi di euro. Fino ad oggi sono stati incassati 142,6 miliardi di euro.

Data Importo emesso(milioni di €)
Marzo 2012 7.291,491
Giugno 2012 1.738,494
Ottobre 2012 18.017,975
Aprile 2013 17.056,409
Novembre 2013 22.271,853
Aprile 2014 20.564,569
Ottobre 2014 7.506,032
Aprile 2015 9.379,071
Aprile 2016 8.014,368
Ottobre 2016 5.219,918
Maggio 2017 8.589,516
Novembre 2017 7.107,158
Maggio 2018 7.709,235
Novembre 2018 2.164,127
Totale 142.630,216

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Istat: Stipendio medio cala a 13,97 euro l’ora

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime