Pulvis et umbra

Di Antonio Manzini e pubblicato da Sellerio, "Pulvis et umbra" è un romanzo che narra le vicende di Rocco Schiavone. Questa volta il vicequestore è impegnato in due indagini: una ad Aosta e un'altra a Roma.

Pulvis et umbraPulvis et umbra” è un libro di Antonio Manzini e pubblicato da Sellerio. Lo scrittore è nato a Roma nel 1964. Attore e sceneggiatore, Antonio Manzini ha esordito nella narrativa con il racconto scritto in collaborazione con Niccolò Ammaniti per l’antologia “Crimini”. Del 2005 il suo primo romanzo, “Sangue marcio”. Dai romanzi di Manzini è tratta la serie televisiva “Rocco Schiavone”. “Pulvis et umbra” arriva in libreria nel 2017 ed è la decima opera dello scrittore italiano, la sesta della serie di Rocco Schiavone.

Pulvis”. È la polvere che ricopre i mobili della vecchia casa di Roma del vicequestore Schiavone. Un velo che si posa sui teli e sulle stanze vuote, dove il poliziotto non va ormai più. A meno che qualche fantasma, con la gola tagliata e un biglietto in tasca, non vada a bussare alla sua porta di Aosta. “Umbra. Sono le ombre che gli turbinano intorno certe notti umide, per le vie della Valle. Sono l’ombra di Marina, che ormai passa a trovarlo sempre più raramente e si dilegua. Ma anche quella di Enzo Baiocchi, in fuga dal carcere di Velletri, ancora pericoloso e in cerca di vendetta. In “Pulvis et umbra” due trame si svolgono in parallelo. Ad Aosta si trova il cadavere di una transessuale. A Roma, in un campo verso la Pontina, due cani pastore annusano il cadavere di un uomo che porta addosso un foglietto scritto. L’indagine sul primo omicidio si smarrisce urtando contro identità nascoste ed esistenze oscurate. Il secondo lascia un cadavere che puzza di storie passate e di vendette. In entrambi Schiavone è messo in mezzo con la sua persona. In “Pulvis et umbra” ci sono tanti colpi al cuore per Schiavone: alcuni sono di pura tenerezza, come il bel rapporto che si sviluppa tra il vicequestore e il suo vicino di casa adolescente Gabriele, o quello con la sua cagnolina Lupa; altri sono tradimenti e perdite di fiducia che sarà difficile recuperare. Ho scoperto le vicende del vicequestore Schiavone tramite la serie televisiva della Rai andata in onda nell’autunno 2016. Questo è il primo libro che leggo della serie ma non dello scrittore Antonio Manzini: qualche mese fa ho acquistato “La giostra dei criceti”. Le due storie di “Pulvis et umbra” sono narrate nel terzo e quarto episodio della seconda stagione della serie “Rocco Schiavone”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia

I nuovi autobus ANM a Napoli