Bankitalia: Debito pubblico a 2.334,4 miliardi di euro

Il debito pubblico italiano ad ottobre 2018 si è attestato a 2.334,4 miliardi di euro, in aumento di 3,2 miliardi. Entrate tributarie in calo rispetto a settembre.

Finanza pubblica. Dicembre 2018La Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. Ad ottobre 2018 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.334,4 miliardi di euro, in aumento di 3,2 miliardi rispetto ai 2.331,2 di settembre 2018. L’aumento da fine 2017, quando il debito si è attestato a 2.263 miliardi, è stato di 71,4 miliardi con un incremento del 3,1%.

L’aumento del debito pubblico corrisponde al fabbisogno rilevato nel mese di ottobre ed è l’effetto della riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro(1 miliardo in meno), combinata con la variazione dei cambi e gli aggiustamenti su emissioni e rimborsi di titoli. Più in dettaglio, l’aumento del debito è stato trainato dal passivo delle Amministrazioni centrali, che hanno aumentato il debito di 3 miliardi, mentre quello delle Amministrazioni locali incrementa di 0,2 miliardi. Stabile la posizione degli enti di previdenza. Ad ottobre 2017 il debito pubblico italiano era pari a 2.289,7 miliardi di euro. Questo significa che è aumentato di 44,7 miliardi in 12 mesi. Dal 2002 ad oggi il debito pubblico italiano è cresciuto di 962 miliardi di euro. Nel mese di ottobre 2018 le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 31,4 miliardi di euro, in calo del 2,7% rispetto allo stesso mese del 2017(32,2 miliardi). Nei primi dieci mesi del 2018, le entrate tributarie nel bilancio dello Stato sono state pari a 339,7 miliardi di euro, in aumento dello 0,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno(339 miliardi). Al netto di alcune disomogeneità contabili si può stimare che la dinamiche sia stata più favorevole.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Offri aiuto ai migranti e ti ritrovi alla convention DeMa

Referendum contro reddito di cittadinanza

Oxfam: 26 persone detengono metà ricchezza mondiale

Reddito di cittadinanza parte a marzo

Lavoratori Ottimax Afragola deportati in altra sede

Delega alla riscossione alle quote sindacali con firma falsa