Scalinate di Capodimonte abbandonate dal Comune

A Capodimonte le scalinate dei giardini della principessa Iolanda e di vico santa Maria delle grazie sono stata abbandonate dal Comune di Napoli e continuano ad essere in uno stato pietoso.

La scalinata di vico santa Maria delle grazieIl sindaco Luigi De Magistris cita sempre il turismo per fare propaganda sui social. A Napoli la manutenzione ordinaria è diventata un optional. Le scalinate storiche sono state abbandonate dal Comune da quando a Palazzo San Giacomo ha messo piede l’ex magistrato. A Capodimonte continuano ad essere in uno stato pietoso i giardini della principessa Iolanda e la scalinata di vico santa Maria delle grazie. Quest’ultima era stata chiusa lo scorso settembre per degrado.

I giardini della principessa Iolanda e la scalinata di vico santa Maria delle grazie sono un ponte culturale che collegano le Catacombe di San Gennaro con la Reggia e il Museo di Capodimonte. E’ un percorso quasi obbligato per i turisti che visitano Napoli. L’amministrazione comunale punta tutto sul turismo, questo significa che dovrebbe salvaguardare e valorizzare il patrimonio presente in città. I fatti dicono l’esatto contrario. Le festività natalizie hanno contribuito ad accrescere il degrado già presente nei due percorsi storici. Un gruppetto ha pensato di festeggiare il Natale nei giardini della principessa Iolanda lasciando per terra bottiglie vuote di champagne, contenitori, piattini e posate di plastica. L’inefficienza amministrativa si associa allo scarso senso civico di alcuni cittadini, molto probabilmente turisti che credevano I giardini della principessa Iolanda di stare in una discarica. Non bastasse ciò, c’è pure un bel cagatoio in bella mostra che rende più degradante la zona. Da tempo i giardini della principessa Iolanda sono abbandonati all’incuria, quindi non è una novità.

Lo stato di abbandono si nota proseguendo sulla scalinata di vico santa Maria delle grazie. In questo percorso storico, i turisti devono fare lo slalom tra le siringhe abbandonate per terra e altri rifiuti. La mancanza dei coperchi delle caditoie rendono il percorso storico pericoloso. I turisti, però, continuano a passare nonostante le transenne, rischiando di farsi male. I percorsi storici rappresentano un patrimonio culturale di Napoli e dovrebbero essere salvaguardati per farli visitare ai turisti. Alfredo Di Domenico, noto come Bukaman, ha dichiarato: “Sono anni che non si riesce a controllare questo luogo che è un percorso storico, artistico e culturale che merita decoro”. I cittadini chiedono una manutenzione programmata dei giardini della principessa Iolanda e della scalinata di vico santa Maria delle grazie. Dopo questa ennesima denuncia ci sarà la manutenzione straordinaria che risolve il problema per qualche mese , ma non è questo l’obiettivo. In una città ben amministrata non si dovrebbe segnalare il degrado per ottenere la pulizia.

Pubblicato da Alfredo Di Domenico su Giovedì 27 dicembre 2018

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Ex scuola Salvo D’Acquisto è un rudere

Il caos dell’illuminazione votiva a Napoli

Come richiedere rimborso canone a SELAV

16,2 miliardi da lotta a evasione fiscale nel 2018

De Magistris vuole accogliere migranti della nave Mare Jonio

Bankitalia: Debito pubblico a 2.358 miliardi. E’ record