Sindaci contro DL Sicurezza

I sindaci si schierano contro il DL Sicurezza. Una delle norme contestate è l'impossibilità di iscriversi all'anagrafe alla scadenza del permesso di soggiorno per motivi umanitari. Il sindaco De Magistris vuole aprire il porto alla nave Sea Watch.

Orlando e De MagistrisIl sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha deciso di sospendere l’applicazione delle norme contenute nel DL Sicurezza, che negano la possibilità di concedere la residenza a chi ha un permesso di soggiorno. Altri sindaci vogliono seguire la stessa linea formando un fronte “buonista” contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Noi seguiamo la Costituzione”, assicura il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Il DL Sicurezza cancella il permesso di soggiorno per motivi umanitari(articolo 1), che aveva la durata di due anni e consentiva l’accesso al lavoro, al servizio sanitario nazionale, all’assistenza sociale e all’edilizia residenziale. Al suo posto vengono introdotti permessi per protezione speciale(un anno), calamità naturale nel Paese di origine(sei mesi), condizioni di salute gravi(un anno), atti di particolare valore civile e per casi speciali(vittime di violenza grave o sfruttamento lavorativo). Il sindaco Orlando ha dichiarato: “Siamo in presenza di un provvedimento che rende chi ha un regolare permesso di soggiorno senza diritti. Ho dato incarico all’ufficio legale di adire il giudice”. Molto attivo in questa battaglia anche il sindaco di Firenze Dario Nardella. Il ministro Salvini minaccia di non mandare l’esercito nelle città dei sindaci disobbedienti. “Mi spiace per i tuoi concittadini che stanno intasando la mia casella mail: ‘con tutti i problemi che abbiamo a Palermo piuttosto che a Napoli abbiamo dei sindaci che si occupano dell’immigrazione clandestina’”. Questa è la risposta del leghista al primo cittadino di Palermo.

De Magistris vuole aprire porto alla Sea Watch

Il sindaco De Magistris si dice pronto ad aprire il porto alla nave Sea Watch, con a bordo 32 migranti soccorsi davanti alla costa libica il 22 dicembre scorso, e che finora ha avuto solo l’ok di Malta per ripararsi nelle proprie acque territoriali. L’ex magistrato ha dichiarato: “Mi auguro che questa barca si avvicini al porto di Napoli, perché contrariamente a quel che dice il governo noi metteremo in campo un’azione di salvataggio e la faremo entrare in porto. Sarò il primo a guidare le azioni di salvataggio”. Qualcuno dovrebbe spiegare al sindaco di Napoli che far sbarcare migranti non significa salvargli la vita. L’accoglienza è una cosa seria. De Magistris vuole salvare vite umane in mare per poi sbatterle in periferia. Il sindaco dovrebbe occuparsi ad amministrare Napoli invece di occuparsi di cose che non gli competono, come l’apertura dei porti per sbarcare migranti.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

CheBanca! con disservizi

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

OIM: 641.398 migranti in Libia

Perché si usa Facebook?