Istat: Più risparmio e potere d’acquisto in Italia

Nel 2018 la propensione al risparmio delle famiglie sale all’8,1% e il loro potere d’acquisto aumenta dello 0,9% rispetto al 2017. Lo comunica l'Istat. In rallentamento la crescita della spesa per i consumi.

Risparmio di una famigliaDopo 4 anni di contrazione, nel 2018 la propensione al risparmio delle famiglie sale all'8,1%, in crescita dello 0,3% rispetto al 2017. E’ quello che emerge dal rapporto “I conti nazionali per settore istituzionale” pubblicato oggi(12 aprile) dall’Istat. La risalita del risparmio è sintesi del rallentamento della spesa per consumi finali e di una lieve accelerazione del reddito disponibile.

Nel periodo compreso fra le crisi del 2009 e del 2012, la propensione al risparmio delle famiglie era crollata dall’11,2 al 7,1%, accelerando una discesa già presente a partire dal 2005. Se dal 2005 al 2009 la sua riduzione era stata sospinta da un aumento della spesa per consumi finali(+1,9% in media sul periodo) più intensa rispetto all’incremento del reddito disponibile(+1,5% in media), nel periodo 2009-2012 si è assistito nel complesso a una crescita moderata dei consumi(+1,4% in media sul periodo) a fronte di una sostanziale stabilità del reddito disponibile (-0,1% in media). Il potere d’acquisto delle famiglie, ossia il loro reddito disponibile in termini reali, aumenta nel 2018 dello 0,9%, confermando la tendenza al recupero in atto dal 2014. A partire dalla crisi del 2012, quando era diminuito del 5,3%, il potere d’acquisto cresce del 3,8% nell’arco dell’intero periodo, non riuscendo tuttavia a recuperare i livelli pre-crisi(6,6% nel 2007). In rallentamento la crescita della spesa per i consumi, che nel 2018 scende a +1,6% dal +2,7% del 2017. La risalita del potere d’acquisto ha permesso una lenta ripresa dei consumi ma non un recupero della quota di risparmio che caratterizzava il loro comportamento prima della crisi iniziata nel 2008.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

La fake news dell’importo basso del reddito di cittadinanza

Il bullo di Inps per la famiglia

Bankitalia: Debito pubblico a 2.363,6 miliardi. E’ record

INL: Irregolarità per 70% delle aziende

Aumento IVA catastrofico per ceto medio-basso

Inps: 806 mila domande per reddito di cittadinanza