Donne che odiano gli uomini

Donne che odiano gli uomini è il genocidio negato nella società di oggi. L'ultimo caso a Legnano: una donna ha gettato un bicchiere di acido sul volto di un uomo. L'aggressore era stata denunciata lo scorso 19 aprile per stalking.

Sara Del Mastro intervistata dall'inviata de "Le Iene"Donne che odiano gli uomini. Non è la versione riveduta del libro del compianto Stieg Larsson, ma il genocidio negato nella società di oggi. I media e alcuni politici ci hanno tartassato con la violenza sulle donne, quando il problema riguarda entrambi i generi. Un uomo di 29 anni è rimasto gravemente ustionato al viso e al torace e rischia di perdere un occhio dopo essere stato colpito al volto con acido, lanciatogli da una donna 38enne italiana. Il fatto è avvenuto a Legnano, in provincia di Milano.

L’uomo si chiama Giuseppe Morgante e aveva denunciato la donna lo scorso 19 aprile per stalking. Ai carabinieri ha raccontato di aver conosciuto Sara Del Mastro in chat su internet e di averla frequentata per una quarantina di giorni tra ottobre e novembre del 2018. L’incubo di Morgante è iniziato quando ha comunicato alla donna l’intenzione di interrompere la relazione. Da quel momento la Del Mastro ha iniziato una persecuzione nei confronti dell’uomo. Era arrivata a fargli 800 telefonate al giorno, gli inviava sul cellulare foto di bare, lo pedinava. La donna è stata arrestata solo dopo aver gettato un bicchiere di acido sul volto di Morgante. Troppo tardi per il povero uomo. Il 19 aprile la denuncia di Morgante, il 7 maggio l’aggressione. Sono diciotto giorni, durante i quali i magistrati non hanno emesso nessun provvedimento preventivo. Giuseppe ha chiesto aiuto anche alla trasmissione “Le Iene”.

Per il povero Morgante non ci saranno fiaccolate o una candidatura in parlamento come è capitato ad alcune donne che hanno subito lo stesso “sfregio”. Grazie al fondamentalismo femminista di Laura Boldrini siamo arrivati al punto che la vita di uomo viene considerata meno importante di quella di una donna. Per la cronaca, anche gli uomini vengono uccisi o sfregiati per gelosia dalla propria partner, ma nessuno fa leggi ad hoc sul maschicidio. Il femminicidio è un abominio giuridico che andrebbe cancellato dalle cronache, perché non esistono omicidi di serie A e serie B. Il terrore mediatico sui femminicidi è stato creato per fini politici e propagandistici, serve solo per far ottenere fondi pubblici alle associazioni gestite da donne. I centri antiviolenza dovrebbe aiutare le vittime di entrambi i sessi. I fatti dimostrano che ci sono anche donne che odiano gli uomini.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Regione Campania non approva convenzione. Navigator senza lavoro

Il caso ex Ilva di Taranto

De Magistris: Disponibile ad una candidatura in Campania

Cgia: Consumi famiglie tagliati di 21,5 miliardi

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli